Home » Prima casa » Agevolazioni “prima casa”, mutuo e IMU per militari

Agevolazioni “prima casa”, mutuo e IMU per militari

Il militare compra la "prima casa", ma la sua residenza è in caserma...
Il militare compra la "prima casa", ma la sua residenza è in caserma...


Scriviamo questo specifico approfondimento a seguito delle molte richieste di informazioni che ci provengono da militari e appartenenti alle Forze dell’Ordine (FFAA e FFOO) in merito alle agevolazioni a loro riservate per quanto riguarda l’acquisto di una casa.

Il militare compra la "prima casa", ma la sua residenza è in caserma...
Il militare compra la “prima casa”, ma la sua residenza è in caserma…

In effetti esistono specifiche eccezioni ai normali requisiti per questa categoria di lavoratori in quanto, per la natura del servizio, la loro sede di lavoro è variabile e comporta spostamenti e cambiamenti di regione, non dipendenti dalla volontà della persona, anche molto lontano dalle terre di origine. A queste persone è inoltre sempre richiesto di spostare la propria residenza dichiarata, il che comporterebbe problemi per una loro eventuale casa di proprietà.
Chiariamo subito che le agevolazioni che andremo ad illustrare valgono solo per coloro che sono in servizio permanente. Le categorie interessate sono:

  • Forze di Polizia
  • Forze Armate (in servizio sia militare che civile)
  • Vigili del Fuoco

Si tratta di oltre 500.000 persone che rientrano in queste categorie.

Per prima cosa evidenziamo che gli appartenenti a queste categorie sono esentati dall’obbligo di avere la residenza nel comune dove è ubicata la prima casa. La legge impone che chi acquista un immobile chiedendo le agevolazioni “prima casa” sulle imposte di acquisto, debba avere la residenza nel comune dell’immobile, o spostarla entro 18 mesi dall’acquisto, oppure ancora avere sede lavorativa nel comune dell’immobile (nota: non necessariamente nell’immobile acquistato, questo vale per tutti). Per un appartenente alle Forze Armate o dell’Ordine sarebbe quindi impossibile, ad esempio, acquistare una prima casa nella sua città di origine per utilizzarla durante licenze e vacanze, o per farvi prendere residenza alla famiglia, avendo egli residenza e sede lavorativa in caserma, probabilmente molto lontano. Grazie a questa eccezione, è dunque possibile per gli appartenenti a queste categorie beneficiare delle agevolazioni prima casa per un acquisto di una abitazione ovunque desiderino sul territorio Nazionale.
Ricordiamo quali sono le agevolazioni “prima casa”:

  • Imposta di registro 3% anzichè 7%
  • Imposta ipotecaria 168 € anzichè 2%
  • Imposta catastale 168 € anzichè 1%
  • Oppure se applicabile IVA, tasso del 4% anzichè 10% e imposte a 168 €

Passiamo adesso alle agevolazioni di tipo “abitazione principale”, che purtroppo molto spesso vengono dai media (e talvolta anche dagli stessi legislatori!) confuse con quelle “prima casa”, che riguardano invece il solo acquisto dell’immobile. Due sono le principali agevolazioni che dipendono dal requisito di “abitazione principale”, ovvero (in breve) avere la residenza esattamente nell’immobile.
La prima riguarda la possibilità di detrazione degli interessi passivi del mutuo. Questa possibilità, molto importante, è prevista per coloro che stabiliscono residenza nell’immobile entro 12 mesi dall’acquisto (attenzione a non confondere questa scadenza con quella del prendere residenza nel Comune entro 18 mesi, per confermare le agevolazioni sulle imposte prima casa). Ebbene, coloro che sono in servizio permanente nelle Forze Armate, di Polizia e Vigili del Fuoco, sono esentati dall’obbligo di residenza e possono portare in detrazione gli interessi passivi del mutuo indipendentemente dal fatto che l’immobile sia o meno loro abitazione principale. E’ però indispensabile che quello per cui si richiede la detrazione sia l’unico immobile posseduto. La detrazione è ammessa anche se l’immobile è ceduto in affitto a terzi.

Veniamo all’ultimo, controverso, aspetto, quello dell’IMU. Anche in questo caso spesso si fa confusione tra “prima casa” e “abitazione principale”. L’IMU agevolata spetta all’abitazione principale, e non alla “prima casa” come invece si sente sempre dire, anche se spesso per chi ha un solo immobile le due cose coincidono. Non è così per gli appartenenti alle categorie suddette: purtroppo non possono beneficiare dell’IMU agevolata sulle loro abitazioni (che siano prima casa o meno) se in queste non vi hanno residenza (e anche dimora), e l’eccezione, stavolta, non vale. Questo è un aspetto controverso in quanto da una parte si riconosce a queste persone una serie di agevolazioni in virtù del loro servizio, dall’altra si toglie loro quella dell’IMU, che invece dovrebbe seguire la stessa logica e principi.

Novità! La nuova  legge IMU firmata ad Agosto 2013 prevede finalmente agevolazioni IMU per gli appartenenti alle Forze Armate, dell’Ordine e Vigili del Fuoco in servizio permanente. Sarà loro concesso di assimilare ad abitazione principale un immobile di loro proprietà anche se hanno residenza altrove, purché non sia affittato. Quindi: 1 solo immobile e libero, ma tanto basta per avere IMU come “prima casa” per l’immobile di proprietà nel paese di origine. Ben fatto, adesso aspettiamo lo stesso privilegio per gli altri lavoratori che sono costretti ad abitare lontano dalla propria abitazione di proprietà.

Al momento, dunque, un appartenente alle Forze Militari e Civili in servizio permanente può avere una prima casa lontano dal luogo di residenza e servizio, può portare in detrazione gli interessi passivi del mutuo, ma vi pagherà IMU piena come se fosse una seconda casa.
Si spera che con la prossima imminente riforma dell’IMU sia sistemata questa situazione assurda, nel caso saremo lieti di aggiornare questo articolo.

Se volete postare le vostre domande, usate il solito metodo: i commenti qui sotto per le domande veloci e strettamente attinenti all’articolo, oppure spostatevi sul Forum per un consulto su casi particolari più approfonditi (il servizio è sempre gratuito!).


418 commenti

ATTENZIONE! IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E' MOMENTANEAMENTE SOSPESO, NON E' POSSIBILE INSERIRE COMMENTI.
  1. vittorio

    Salve sono un appartenente all’Arma dei Carabinieri e sono residente nel comune di Pisa dove abito in abitazione in esclusiva proprietà di mia moglie in quanto ricevuta in donazione dai genitori. ho ricevuto in donazione dai miei genitori defunti una casa in provincia di Salerno volevo sapere sono esente dal pagamento IMU.Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Devi verificare sui regolamenti comunali di Salerno.

  2. Enzo

    Buonasera, sono un Sottufficiale dell’Esercito. Ad agosto ho acquistato la prima casa, in regime di comunione con mia moglie, in Trentino dove svolgevo servizio e dove abbiamo registrato la nostra residenza. Ad ottobre sono stato trasferito d’autorità nel Lazio dove usufruiremo della legge 86 con l’opzione del canone d’affitto per tre anni. Mia moglie mi raggiungerà a fine febbraio 2017. i Quesiti sono i seguenti:
    1) Nel caso dovessi mettere in vendita la casa perderei comunque i benefici anche se il trasferimento è d’autorità andando a pagare la penale?
    2) Posso cambiare residenza nelle nuova sede dove andrò a stare in affitto o dovrò mantenerla in quella dell’immobile di mia proprietà?
    3) In caso di perdita dei benefici sull’acquisto della prima casa, potrò usufruirne in un futuro per l’acquisto di una nuova prima casa?
    4) E’ confermato che non pagherò la percentuale sulla plusvalenza dell’immobile?

    Ringraziando per la paziente collaborazione, rimango in attesa di un cortese cenno di riscontro.
    Cordialmente.
    Enzo.

    • Esperto
      Esperto

      1- si, a meno che tu non riacquisti un’altra abitazione principale
      2- a tua scelta
      3- certamente
      4- direi che non devi pagare

  3. antonio

    Salve , sono un appartenente dell’Arma in s.p.. Ho acquistato casa 2013, ma solo ad ottobre 2016, ho iniziato alcuni lavori e cambiato destinazione d’uso in abitazione, ma non ho ancora la residenza.mi chiedevo, fino a giugno 2016 ho pagato regolarmente, adesso, come posso usufruire dell’esenzione di pagamento dell’imu.?
    Grazie mille della disponibilità

    • Esperto
      Esperto

      Io andrei ad un CAF per rettificare la posizione e magari anche richiedere indietro i pagamenti che è possibile riavere!

  4. Flora

    Sono un militare faccio parte dell’arma dei carabinieri, ho un unico appartamento in regime di comunione con mia moglie , adesso ho la residenza in altra città per lavoro , mia moglie e i miei figli vivono con me in alloggio di servizio, per quanto riguarda il pagamento dell’imu e tasi l’esenzione e’ al 50 0 100% per il 2016. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Sicuramente tua moglie non è in esenzione, mentre la tua quota parte dipende dallo specifico regolamento comunale.

  5. Franco

    Buonasera,
    anch’io sono un militare in servizio. Le mie domande sono le seguenti: cointestando la “prima casa” e il mutuo sia a me che a mia moglie, la quale non è militare, anche lei è esentata dall’obbligo di residenza presso il comune dell’immobile per poter usufruire delle agevolazioni prima casa e delle agevolazioni per IMU/TASI?
    Inoltre, si possono avere i riferimenti normativi?
    Grazie mille e complimenti per l’articolo.

    • Esperto
      Esperto

      Grazie a te di legegrci. Purtroppo i benefici non si estendono a tua moglie.

  6. vincenzo l

    Salve a tutti e ringrazio anticipatamente, il mio quesito è il seguente:
    sono un appartenente alle forze di polizia,
    ho acquistato la mia prima abitazione usufruendo delle detrazioni fiscali prima casa,
    in tal senso abbiamo capito che non ho il vincolo di residenza,
    ma se voglio scaricare gli interessi passivi del mutuo la legislazione mi dice che devo essere proprietario di quel unico e solo bene immobile.
    io per successione causa morte ho ereditato da mio padre il 50% dell ‘immobile, e sono insieme al 50% di mia mamma sulla visura catastale del bene.
    Questa eredità mi fa decadere la possibilità di detrarre gli interessi passivi del mutuo senza voler fare residenza nell ‘immobile?

    • Esperto
      Esperto

      Dubbio giustissimo e non risolto dalla legge. A mio giudizio la detrazione è ammissibile nel tuo caso, in quanto l’immobile ereditato non è “tuo” in senso pieno, ma è una mia interpretazione.

      • Vincenzo l

        Ti ringrazio per la celere risposta.
        Pultroppo non so che pesci pigliare visto che non vorrei andare ad interpretazione e rincorrere in sanzioni.
        Ma manco io ho trovato legislazione in merito.
        Grazie mille

        • Esperto
          Esperto

          Un’idea potrebbe essere quella di chiedere il parere della Agenzia delle Entrate della tua zona.

  7. Roberto

    Buonasera,
    ho acquistato un ‘immobile (unico bene) che vorrei far utilizzare dai miei suoceri. Il regolamento del mio comune prevede esenzione dall’IMU per i militari qualora non locato. Tuttavia, l’impiegato a cui ho sottoposto la questione ritiene che in quanto ci vivano i miei suoceri l’immobile (benchè prima casa) non possa usufruire dell’esenzione dall’IMU.
    Potreste chiarire la questione.

    • Esperto
      Esperto

      A mio avviso se il regolamento parla di “affitto” e tu fai un comodato, non ci dovrebbero essere problemi. Magari, NON registrare il comodato!

  8. pasquale

    salve sono un appartenente all’arma dei cc in servizio permanente, nel 2006, trasferito a roma, ho acquistato un abitazione a fiano romano prendendo la residenza nel medesimo comune e fruendo fino ad oggi di tutte le agevolazioni riguardanti la prima casa e abitazione principale (mutuo, imu, ici, ecc.).
    Nel mese di ottobre 2016 sono stato trasferito in provincia di salerno, e, sempre in provincia di salerno ma non nello stesso comune dove è la mia nuova sede di servizio, riceverò a breve in donazione un altro appartamento.Ora vi chiedo le imposte per quest’altro appartamento come le dovrò considerare? prima o seconda casa? Preciso che la residenza attualmente cè l’ho ancora fiano romano. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Stai parlando ai fini delle imposte per sulla pratica di donazione?

      • pasquale

        scusi sia le imposte per la donazione che le successive tasse tipo imu ecc ecc

        • Esperto
          Esperto

          Dovresti riuscire a riavere le imposte prima casa in quanto trattasi di cessione nona titolo oneroso e in provincia diversa. Per quanto riguarda le agevolazioni da immobile principale, queste riguardano 1 solo immobile, quello dove hai residenza. Se vuoi far valere le eccezioni di residenza dovute alla tua appartenenza ai Carabinieri, devi consultare i regolamenti IMu specifici dei comuni.

  9. michele

    Salve, appartengo alle forze dell’ordine in servizio effettivo permanente.
    Attualmente risiedo con la mia famiglia in un immobile in affitto e non sono proprietario di alcun immobile.
    A breve acquisterò, credo nello stesso comune, un’abitazione che intesterò solo a me (faccio presente che sono in regime di separazione dei beni con mia moglie). l’appartamento che acquisterò vorrei affittarlo.
    I miei quesiti sono i seguenti:
    * Posso beneficiare delle agevolazioni acquisto prima casa per l’acquisto dell’immobile senza dover trasferire la residenza?;
    * Ai fini IMU e TASI, la nuova abitazione (che affitterò) è considerata abitazione principale?;
    * Ai fini IRPEF, nella dichiarazione dei redditi, la nuova abitazione viene considerata alla stessa stregua dell’abitazione principale? oppure perchè affittata dovrò pagare le tasse come se fosse una seconda casa?
    grazie anticipatamente per le risposte

    • Esperto
      Esperto

      Ai fini dell’agevolazione sulle imposte prima casa non ci sono problemi, e peraltro segnalo che non ce ne sarebbero stati per chiunque, in quanto l’obbligo eventualmente è solo per stabilire la residenza nel comune, non nell’immobile.
      Quanto a IMU e altre imposte, la assimilazione dell’immobile di proprietà ad abitazione principale pur in assenza di residenza è demandata al regolamento specifico del tuo Comune.

      • michele

        grazie per la risposta. nel frattempo mi sono documentato.
        Per la seconda domanda vale questo: “*****omissis”
        Pertanto solo se locato devo pagare l’IMU.
        Quanto alla terza domanda posta, imu e irpef sono alternativi se pago IMU non pago irpef.
        Avrei un un ultimo quesito però. Se l’unico immobile di proprietà a me intestato lo concedo interamente in comodato gratuito a un NON parente sono tenuto a pagare l’IMU? Darlo in comodato d’uso gratuito equivale a concederlo in locazione?

        • Esperto
          Esperto

          A mio avviso no, specie se il comodato non è registrato.

  10. giuseppe

    salve sono un militare dei cc in servizio permanente, nel 2008 ho acquistato in puglia una casa di tipo popolare dove non cera nemmeno un contatore e al notaio fu chiesto di non usufruire dell agevolazione prima casa in quanto era impossibile da ristrutturarla e andarci a vivere, in effetti poi l’ho rivenduta nel luglio 2015 e nel giugno 2014 ho acquistato una casa in sicilia vicino dove faccio servizio e risiedo usufruendo dell’agevolazione prima casa .
    ora l’agenzia entrate mi manda una lettera dicendo che da un controllo a campione risulto di aver beneficiato illegittimamente di tale beneficio.
    ora vorrei sapere una cosa:
    – anche se avessi beneficiato di tale agevolazione, come militare posso avere 2 appartamenti con il beneficio prima casa?
    la ringrazio del suo tempo dedicatomi

    • Esperto
      Esperto

      No, non puoi averne, l’unica eccezione sarebbe se uno di essi fosse ottenuto per donazione o successione.

  11. vito

    salve avrei in’altra domanda relativa al D.L.31 agosto 2013 102 comma 5.
    sono proprietario di un’immobile in provincia di trapani e residente in lombardia per esigenze di servizio in quanto Vigile del Fuoco.Mia moglie proprietaria di un’altro immobile dove è residente avuto in donazione in provincia di trapani ma in città diverse essendo in separazione dei beni vorrei sapere se sono esente IMU per entrambe gli immobili.

    • Esperto
      Esperto

      Ritengo di si, in quanto le due abitazioni principali, quella tua in Lombardia, e quella di tua moglie a Trapani, sono site in comuni diversi.

  12. vito

    Salve sono un Vigile del Fuoco residente in Lombardia per esigenze di servizio. Nel 2014 ho acquistato un’immobile in provincia di Trapani Usufruendo dell’agevolazione per l’acquisto della prima casa,facendo riferimento alla Legge 21 novembre 2000,n.342 art.66 non ho preso la residenza entro i 18 mesi , ora mi scrive l’ufficio delle entrate dove vogliono la differenza delle imposte in quanto dicono che i Vigili del fuoco non rientrano in questa legge e se dimostro il contrario annullerebbero la notifica .
    Le chiedo , secondo lei visto che l’articolo di legge dice forze di polizia ad ordinamento civile e possibile non rientrarci? grazie anticipatamente

    • Esperto
      Esperto

      Confermo che, a mio giudizio, ci rientrate, e infatti lo abbiamo anche scritto all’inizio dell’articolo.

  13. CLAUDIO

    Buonasera,
    sono un militare in servizio permanente, sonoproprietario di un immobile che mi è stato donato da mio padre nel fennraio 2012.
    Il giugno scorso ho acquistato un immobile in un comune diverso ove è ubicato il 1° immobile che ho concesso in comodato d’uso a mia suocera.
    Vorrei sapere se ho la possibilità di usufruire dell’agevolazione di abitazione principale ai fini dell’Imu anche per l’ abitazione che ho ho acquistato a giugno 2016.
    Cordialmente,

    • Esperto
      Esperto

      Ricordiamo ancora una volta che l’agevolazione IMU dipende dal regolamento specifico del comune e può dunque variare, comunque se viene recepita la direttiva nazionale, non si può avere agevolazione se si possiedono 2 abitazioni (assurdo).

  14. Gennaro

    Salve ,sono un militare dell’Aeronautica. Circa dieci anni fa ho acquistato casa a Pisa(completamente di mia proprietà, 100℅) ma ora sono stato trasferito a Roma e ho acquistato un nuovo appartamento a Latina, intestato a mia moglie con cui ho la separazione dei beni.Inoltre la casa a Pisa l’ho messa in affitto.Volevo sapere se andrò a pagare l’Imu sull’immobile di Pisa oppure ne sono esente.Grazie in anticipo

    • Esperto
      Esperto

      La risposta è nel regolamento comunale IMU di Pisa, devi verificare se c’è l’eccezione specifica per i militari.

      • Fabio

        Salve. Ho il medesimo problema di Gennaro, soltanto che la mia unica casa di proprietà è nel Comune di Roma ceduta in locazione è vivo in Toscana per lavoro appartenendo al corpo dei Carabinieri. Ho chiamato il 060606 del Comune di Roma, che visionando la delibera mi hanno detto che sono esente dal pagare l’IMU anche se posta in locazione!!! Secondo lei è possibile?

  15. michele

    Salve sono un graduato dell’esercito sto acquistando casa (prima e unica casa)di cui sarò solo il proprietario,cambierò residenza ma non ci andrò a vivere da subito,diciamo tra un paio d’anni,per via del lavoro volevo sapere se nel mio caso dovrei pagare l IMU e se posso usufruire delle agevolazioni prima casa grazie

    • Esperto
      Esperto

      Agevolazioni prima casa: si, e non sono legate alla residenza essendo tu militare. IMU: dipende dal tuo comune, verifica la regolamentazione specifica per i militari del tuo comune.

  16. simone

    salve,
    sono un operatore di polizia locale: posso usufruire dell’esenzione dall’obbligo della residenza entro 18 mesi nel comune dove vorrei acquistare un immobile come prima casa? se si, posso cointestarlo con altra persona?
    grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Certamente lo sai meglio tu di me: il tuo corpo rientra come forza di Polizia? Suppongo di si: se così, hai diritto all’esenzione dell’obbligo di residenza, tuttavia vale solo per te e non per eventuali parenti, coniuge o altri cointestatari.

  17. franco

    sono un sott.le esercito ho la prima casa in un comune dove non risiedo. Mi è stato richiesto il pagamento dell’ICI relativo all’anno 2011 perchè la legge del 21/11/2000 n°342 art 66 è cambiata e dal 2007 se si vuole usufruire dei benefici prima casa la famiglia del militare deve trasferire la residenza. Come mi devo comportare? Devo pagare o c’è un articolo che mi tutela?

    • Esperto
      Esperto

      L’esenzione ICI non è un beneficio “prima casa” bensì “abitazione principale”; precisato questo, per quell’anno in effetti era necessaria la residenza per avere il beneficio ICI.

  18. Vincenzo

    Buongiorno sono un maresciallo della gdf. Vorrei gentilmente sapere se a una prima casa acquistata con tutti i benefici previsti e data in locazione si possono richiedere le detrazioni degli interessi passivi sul mutuo. Ringrazio anticipatamente

    • Esperto
      Esperto

      Vincenzo, premetto che mi sento un poco in imbarazzo a dare consigli di natura fiscale ad un rappresentante della GdF e tengo a precisare che questo è un blog amatoriale senza alcun valore legale e le cose dette potrebbero anche risultare inesatte causa la forte variabilità delle leggi in materia. Diciamo che cerchiamo di darci una mano a capire qualcosa di più in questo ginepraio di norme!

      Nel tuo caso esiste un comma che precisa che la detrazione degli interessi passivi del mutuo è concessa anche senza obbligo della residenza ai militari in servizio permanente e anche se data in locazione, ma a patto che non si possiedano altre abitazioni.

  19. Giacomo

    Salve nel 2012 ho acquistato un immobile 50 e 50 con il coniuge come prima casa, premetto che sono un militare e adesso viviamo in un altra città e vorremo comprare un’altra casa, la mia domanda è c’è una soluzione per comprarla come prima casa? Essendo un militare. Grazie

    • Esperto
      Esperto

      L’essere militari esenta dall’obbligo di residenza nella prima casa, tuttavia non da diritto a nuove agevolazioni su un’ulteriore abitazione. Le cose da fare in un caso come il tuo sono quindi quelle “classiche”, ad esempio che uno dei due rilevi la totalità della prima casa e l’altro si intesti la nuova, il tutto complicato dall’eventuale comunione dei beni da gestire e dalla questione di come pagarle, ecc. Una pratica non da poco che va gestita con un buon notaio. Nel caso, è importante che tu che hai l’agevolazioni acquisti la casa del comune dove NON risiederete.

  20. Vincenzo

    Buongiorno. Sono un appartenente alla g.di f. Che nel 2013 ha acquistato una prima casa con le agevolazioni previste e non mai portato la residenza nel comune ove situato.vivendo a casa dei miei in altro comune posso dare in locazione la.mia unica abitazione senza perdere i benefici ottenuti all acquisto relativi alle imposte?

    • Esperto
      Esperto

      Si, confermo che è possibile.

  21. Vincenzo

    Buongiorno, sono un vigile del fuoco permanente,residente ove ho acquistato un rustico in sanatoria in data 2012 avendo ottenuto gli sgravi fiscali come prima casa all’atto notarile,nel mese di agosto del corrente anno mi è pervenuta da parte dall’agenzia dell’entrate del mio paese di pagare una grossa somma in quanto non ho portato la resistenza entro il 18 esimo mese, nonché non ho completato l’immobile per abitabilità in quanto erano scaduti i tempi di sanatoria prefissati in tre anni, come mi devo comportarmi? Sono dovuto a pagare questi oneri? Anticipatamente la ringrazio.

    • Esperto
      Esperto

      L’agevolazione ICI/IMU per militari è recente e negli ultimi anni pure demandata ai singoli comuni, dovresti verificare cosa prevedeva il tuo Comune per gli anni in cui viene contestato il mancato pagamento.

      • Vincenzo

        Io avevo chiesto un parere datesi che avevo acquistato un rustico e l’avevo dichiarato nell’atto notarile come prima casa in tal senso ho ottenuto l’agevolazione di pagare meno tasse all’atto notarile, per tanto l’agenzia dell’entrate mi ha applicato le imposte ordinarie, gli interessi e la sanzione del 30 per cento sulla differenza di imposta in quanto non ho provveduto nell’arco del 18esimo mese a trasferire la propria residenza nel proprio immobile e non avendo completato nell’arco dei 3 anni il rustico abitabile perché erano scaduti i tempi della relativa sanatoria prevista per il periodo triennale.Queste sanzioni sono tenuto a pagarle oppure no? ( Si segnala che è da escludere nel quisito richiesto sia l’ICI che l’imu). In attesa di risposta la ringrazio.

        • Esperto
          Esperto

          In quanto Vigile del Fuoco dovresti essere esentato all’obbligo di trasferire la residenza nel comune della prima casa, per questo a mio giudizio le sanzioni non sono dovute. Segnala la tua professione alla Agenzia delle Entrate.

  22. franco

    buongiorno, sono un ex sottufficiale dell’Esercito in pensione collocato in riserva, volevo sapere se ora che sono in pensione continuerò ad usufruire delle agevolazioni fiscali prima casa in un comune non residente? Io ora vivo in un altra città in un appartamento di proprietà di mia moglie. dal 2012 pago regolarmente l’imu ho sbagliato?grazie

    • Esperto
      Esperto

      L’agevolazione IMU dipende in buona parte dai regolamenti comunali, e quella del tuo caso varia anche spesso, quindi la cosa da fare è verificare nei regolamenti del Comune della tua casa, anche per gli anni addietro.

      • franco

        ok per quanto riguarda l’IMU ma per quanto riguarda le detrazioni prima casa sono ancora agevolato ora che sono in pensione e vivo in un’altra città?

        • Esperto
          Esperto

          Credo che tu intenda la detrazione degli interessi passivi del mutuo. A mio giudizio, questo beneficio cessa con la pensione in quanto non vi sono più motivi per non risiedere nella propria abitazione principale. Stesso motivo per il quale ritengo che, alla fine, anche l’IMU debba essere corrisposta come una seconda casa.

  23. Giada Prosperi

    Buongiorno,
    Sono la moglie di un militare di ritorno dall’estero. Nell’ultimo anno, quando era ancora in servizio all’estero abbiamo comprato una casa (prima casa) intestata a mio marito e a me.. Ora nel momento dell’acquisto la nostra residenza era in una città diversa da dove abbiamo comprato casa. Dopo circa 8 mesi ci siamo trasferiti nella nostra casa e abbiamo preso la residenza. Al comune ci è stato detto che dobbiamo pagare l’IMU dal momento dell’acquisto al giorno del cambio residenza. Hanno ragione?

    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Sicuramente hanno ragione per quanto riguarda la tua quota parte. per la metà di tuo marito, verifica se il comune prevede agevolazioni specifiche per i militari.

  24. francesco

    buona sera. volevo esporre il mio caso molto semplicemente e brevemente onde capire una volta per tuttd il funzionamento di questa esenzione per ff.pp. usufruisco di alloggio di servizio con mia moglie e figlu, ove tutti abbiamo residenza. nelo stesso comune vorremmo comprare un appartamento visti i tassi in vigore ed i prezzi calati. posso acquistarla usufruendo le agevolazioni di Prima Casa anche cointesta dola con mia moglie o in questo caso lei sarebbe costretta a trasferirvi la residenza?Qualora non vi trasferissi la residenza mia o di mia moglie, posso comunque intestare a me le utenze onde rendere la casa fruibile?grazie

    • Esperto
      Esperto

      Tu saresti esentato dall’obbligo di residenza, ma tua moglie no, tuttavia ricordiamo che per la conferma delle agevolazioni prima casa l’obbligo prevede residenza nello stesso comune, non necessariamente nella prima casa, quindi se acquistate nel comune dove già siete residenti, non ci sono problemi. Altri discorso per quanto riguarda le utenze e le agevolazioni da abitazione principale (IMU): per quelle occorre risiedervi, mentre per i militari vi sono agevolazioni demandante al singolo comune.

      • francesco

        Ritiene opportuno in sede di stipula contratto con il notaio citare che sono appartenente alle ff.pp., o citare nel contratto l’articolo che ne prevede il particolare trattamento e/o comunque inserire una dichiarazione di essere un appartenente onde fruire delle agevolazioni?Al solo fine di evitare fastidiosi diatribe con l’agenzia delle Entrate? Grazie

        • Esperto
          Esperto

          Certo che va segnalato, il notaio saprà la formula migliore.

      • francesco

        grazie per la risposta semplice ed esautiva. l’unico dubbio che mi frena e’ dettato proprio dalle utenze visto che di tanto in tanto ricevo
        visita da famigliari che a casa altrimenti (nell’alloggio di servizio), non potrei ospitare. se quindi non potrei aĺlacciare gas ed elettricita, pur risiedendo nello stesso comune ma nell’alloggio sarebbe complicato e poco utlile.la ringrazi in anticipose mi togliesse quest’ultimo dubbio

        • Esperto
          Esperto

          Se non vi hai residenza, puoi fare gli allacci come seconda casa, ad un costo un poco superiore.

  25. Domenico

    Salve,faccio servizio in Marina militare,sono sposa con figli,non ho una casa di proprietà,ma ho un terreno dove posso costruire,posso accedere ad un mutuo per costruire la mia casa?

    • Esperto
      Esperto

      Direi che dipende dalla banca!

  26. francesco

    salve,sono un militare della marina militare. Nel 2010 ho acquistato casa. Adesso convivo con la mia ragazza in un’altro comune,diversa regione. Posso trasferire la residenza insieme a lei senza perdere gli interessi passivi sul mutuo e le agevolazioni prima casa? grazie

    • Esperto
      Esperto

      Direi che è possibile.

  27. Davide

    Buonasera, sono un militare in servizio permanente. Due anni fa ho acquistato un immobile dove attualmente sono residente. Essendo stato trasferito da poco in altra regione, vorrei affittare il mio appartamento per poi prenderne uno in affitto nella nuova regione. C’è un contratto o modo per non pagare le tasse derivanti dall’affitto del mio appartamento se la stessa cifra viene poi pagata per l’affitto della casa dove andrò abitare? In definitiva, se io affittasi il mio appartamento a 500 euro e la stessa cifra la pagassi per affittare un appartamento, andrei pari o comunque sarei costretto a pagare delle tasse?

    • Esperto
      Esperto

      Devi verificare la tua possibilità di deduzione dell’affitto, rivolgiti ad un CAF.

  28. Andrea

    Salve sono una appartenente alle forze dell’ordine e mi è arrivata una cartella esattoriale del comune di Milano dove avevo un appartamento ora venduto , dove mi hanno contestato il pagamento IMU 2012 con aliquota al 10.6% perché considerata seconda casa anche se per me era l unico immobile sul territorio nazionale , ora faccio servizio a Roma , l’ufficio tecnico di riscossione del comune di Milano mi ha detto che devo pagare quella sanzione perché anche se appartenente alle forze dell ordine io dovevo compilare una dichiarazione ??
    Io so che se siamo militari in carriera non è necessario nessuna comunicazione …..
    Vi sono grato se mi date una risposta anche perché la multa da pagare e di 980 euro !!!!

    • Esperto
      Esperto

      Vado a memoria, ma mi sembra proprio che per quell’anno non vigeva l’esenzione IMU per i militari.

  29. giulio

    Buongiorno,
    sono un Militare i SPE, risiedo con mia moglie in un immobile di sua proprietà (al 100% – acquistato 15 anni fa con benefici prima casa).
    Vorrei acquistare un appartamento nel comune dove risiedo, intestandolo a me al 100%, dove eventualmente trasferire il domicilio e lasciando l’altro appartamento sfitto.
    Premesso che siamo in separazione di beni e che la sede di lavoro è in un comune limitrofo,
    a quali agevolazioni posso avere accesso (acquisto prima casa, esenzione IMU, agevolazioni su forniture energetiche) ed in quale caso devo necessariamente spostare la mia residenza (attualmente è la stessa per tutti nell’appartamento di proprietà di lei)?

    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      I due immobili sono nello stesso comune o comuni diversi?

      • giulio

        Salve, i due immobili si trovano nello stesso comune

        • Esperto
          Esperto

          Ok, in tal caso puoi acquistare come prima casa avendo i benefici sulle imposte, ma solo una delle due case sarà abitazione principale ai fini IMU – TASI. L’altra pagherà come una seconda casa. Essendo già residente nel comune non hai l’obbligo di risiedervi, cosa peraltro garantita anche dall’essere militare. >Puoi avere la detrazione degli interessi passivi del mutuo anche senza residenza e gli allacci agevolati solo se la prendi.

  30. ROBERTO

    Salve un appartenente alle forze di Polizia, e ho la proprietà di una casa in provincia di Perugia, mentre risiedo a Roma, vorrei sapere se posso avvalermi dell’esenzione del pagamento dell’IMU (d.l.102/2013), precisando che ho intestati due box auto nel comune di Roma e ho la metà della nuda proprietà di un appartamento nel comune di Roma il cui proprietario è mio padre.
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      La risposta nel regolamento specifico del comune di Perugia, le altre proprietà in Roma non dovrebbero influire.

      • ROBERTO

        Quindi lei mi sta dicendo che io magari, se il Comune decide di farmi pagare devo pagare, mentre un mio collega che si avvale della stessa legge, solo perchè ha un immobile in un altro Comune, riesce a non pagare l’imu.
        Beh però… carina sta cosa…
        Non credo sia così mi perdoni….

        • Esperto
          Esperto

          Ma guarda che moltissime imposte sono così in Italia. La stessa TASI-IMU ha (o aveva) aliquote differenziate per comune, per non parlare del bollo auto (per regione), la IPT (per provincia) e molte altre.

      • ROBERTO

        Ma che significa la risposta la trovo nel regolamento del Comune.
        Non credo che i regolamenti dei Comuni possano andare contro un Decreto Legge.

        • Esperto
          Esperto

          La legge dice che la richiesta IMU in casi come questa è demandata al Comune, per cui non vi è uniformità a livello nazionale.

  31. Andrea

    Buonasera sono un militare in servizio permanente, e dopo avere acquistato un appartamento con agevolazioni prima casa, sono riuscito ad avere un trasferimento su mia domanda presso altra sede. Mi chiedevo se posso vendere l’appartamento a distanza di due anni dall’acquisto senza risarcire di quanto usufruito.
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Ti consiglio la lettura del nostro articolo “Vendita prima casa: scadenze per il riacquisto e credito d’imposta”.

  32. Bruno

    Buon giorno
    Sono un militare in servizio permanente a roma , nel 2010 ho acquistato a cisterna di latina un immobile con agevolazione prima casa ,; ora in seguito a matrimonio sono andato ad abitare sempre nel comune di cisterna di latina ma in casa affittata da mia moglie ( preciso che siamo in separazione di beni).
    Vorrei sapere se Perdo il diritto di esenzione dalle tasse? E devo pagare imu e tasi se trasferisco la mia residenza con mia moglie oppure se tra qualche anno mia moglie decide di acquistare la casa ora in affitto?
    E per la residenza ? Devo spostarla nella casa affittata da mia moglie oppure non fa differenza per i militari?
    Grazie per la cortese attenzione .

    • Esperto
      Esperto

      Non vedo problemi per l’abitare a casa presa in affitto da tua moglie, neanche se ci prendi residenza. Qualche intoppo invece se questa casa viene acquistata in quanto vige la regola che se marito e moglie possiedono due case nel medesimo comune, solo una potrà beneficiare dell’esenzione IMU, ovvero essere considerata abitazione principale.

  33. Sandro

    Salve. Sono un militare trasferito di autorità all’estero per tre anni. Se volessi cedere la mia unica casa in comodato d’uso, sarei tenuto al pagamento imu e tasi. Ho letto che dovrei pagare in caso di locazione, nulla circa il comodato d’uso.
    Inoltre con me a seguito il mio nucleo familiare tra cui mia moglie proprietaria al 50% della stessa abitazione. Siamo in separazione dei beni. I benefici riservati a me in quanto appartenente alle forze armate si estendono anche a lei?
    Grazie mille per disponibilità.

    • Esperto
      Esperto

      Il comodato non pregiudica le agevolazioni, a maggior ragione se consideri che può anche non essere dichiarato. La parte di immobile di tua moglie, invece, non gode di alcun beneficio in nessun caso.

      • Sandro

        Ho riportato in comune quanto da lei detto “il comodato non pregiudica le agevolazioni. ..” ma l’impiegato non vuole sentire ragioni e dice che per lui il comodato è equiparato a locazione, dunque devo pagare.
        Cosa mi consiglia di fare? Può darmi un numero legge o di sentenza di riferimento che attesti il mio diritto a non pagare imu? Grazie mille.

        • Esperto
          Esperto

          Ma è registrato pubblicamente? Però anche in quel caso la legge parlerebbe chiaramente di “affitto”, prova a verificare sul regolamento IMU specifico del tuo comune.

  34. costabile

    Salve, mi è arrivato un solllecito su imu2012, riferito alla mia prima casa, premesso che son militare e nin avevo vincolo di dichiarare residennza, ma avevo calcolato sul sito dell agenzia delle entrate che non avrei dovuto pagare…come dovrei muovermi per trovare una risposta e mi compete pagare?

    • Esperto
      Esperto

      Sicuramente sull’avviso ci sono i contatti per presentare una memoria difensiva, che dovresti poter fare in autotutela.

  35. ENZO

    ciao, sono un appartenente alle forze dell’ordine. Lavoro a Torino e ho una casa intestata al 50% con mio fratello a catania (lui in questa casa ha residenza e secondo l’ultima legge 2015 non paga imu – ) . Lui pur avendo residenza in questa casa al piano terra al 50% con me, vive con mia mamma al primo piano di questo edificio….
    Ora, ho il dubbio: posso usufruire della Legge relativa a noi militari che mi assoggetta tale abitazione a prima casa? alla fine dei conti quando scendo io vado in questa casa al pianterreno siccome mio fratello vive con mia mamma…

    • Esperto
      Esperto

      Direi di si, fatti salvi gli altri requisiti che ti consiglio di verificare sul regolamento Comunale.

  36. Pietro

    Buongiorno, sono appartenente alle ff.pp. nel 2014 sono stato assegnatario di alloggio ad edilizia sovvenzionata costruito ai sensi dell’art.18 programma straordinario lotta alla criminalità, potrei acquistare l’alloggio dove dimoro con la formula leasing dopo il termine dei 7 anni a norma della nuova legge 47/2014 decreto casa di Renzi.

    • Esperto
      Esperto

      Se è una domanda, la risposta non so darla, direi che dipende dai bandi di assegnazione specifici.

  37. SAMUELE

    Buonasera,
    approfitto dell’esperto in materia agevolazione forze armate e dell’ordine per porre il seguente quesito.
    Un carabiniere ha acquistato abitazione principale a Milano dove aveva la residenza con agevolazioni prima casa e con contratto di mutuo per acquisto abitazione principale. Nel 2015 ha trasferito la residenza in altro Comune ed affittato l’immobile, unico di sua proprietà.
    La domanda è : può portare in detrazione gli interessi passivi sul mutuo maturati nell’anno 2015 e certificati dall’Istituto bancario?
    Ai fini imu, inoltre, dalla delibera comunale sembrerebbe che l’esenzione imu operi per immobili delle forze armate, come unico immobile, e NON LOCATO, per cui si dovrebbe in questo caso pagare l’imu?

    Grazie attendo Vostre con urgenza.

    • Esperto
      Esperto

      Confermo: la detrazione degli interessi passivi del mutuo è possibile anche in caso di immobile locato, mentre si perde il beneficio IMU-Tasi: la casa sarà tassata come una seconda casa.

  38. andrea

    Buongiorno, vi espongo il mio caso:
    sono un Militare in spe. Mia moglie, prima del matrimonio, ha acquistato un appartamento di cui è proprietaria al 100% e di cui ha usufruito delle agevolazioni per acquisto prima casa e inoltre beneficia delle relative tasse per la prima casa (esenzione Imu – Tasi). Recentemente ho acquistato, in un comune limitrofo (circa 15km) ma diverso da quello dove mia moglie è proprietaria, un appartamento di cui sono proprietario io al 100% e per il quale ho usufruito delle agevolazioni per acquisto prima casa. La residenza, al momento, sia io che mia moglie, ce l’abbiamo nel comune dove mia moglie è proprietaria di casa.
    I miei dubbi sono i seguenti:
    1) non essendo tenuto a spostare la residenza nell’appartamento che ho di recente acquistato, non dovrei pagare l’Imu (stando al D.L. n. 102 del 31/08/2013), giusto?. L’appartamento di proprietà di mia moglie, invece, come lo devo considerare ai fini l’Imu? Ricordo che siamo residenti nell’appartamento di mia moglie.
    2) qualora decidessi di spostare la residenza nel appartamento che ho acquistato di recente, potrei farlo solo io? in quanto mia moglie rimarrebbe residente nel comune dove è proprietaria di casa.
    Grazie mille
    Ho dimenticato di indicare che siamo in regime di separazione dei beni.
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Entrambe le case sono in esenzione IMU-Tasi, e lo sarebbero anche se tu spostassi la residenza nell’immobile di tua proprietà, essendo le case in comuni differenti.

  39. Diego

    Buonasera, lavoro nelle Forze Armate e sono proprietario al 100% di un immobile dove ho attualmente anche la residenza, mia moglie anche lei proprietaria al 100% di un immobile acquistato prima del matrimonio, abita nello stesso comune ma in un altra via. Posso usufruire dell’esenzione imu riservata al personale delle Forze Armate? In caso positivo dovrei fare la dichiarazione Imu usufruendo già fino allo scorso anno (non essendo ancora sposato) dell’agevolazione relativa all’abitazione principale? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      La risposta alla tua domanda dipende dal tuo regolamento comunale, nel caso specifico vi è, oltre alla particolarità dell’appartenenza alle forze armate, anche la presenza di due immobili dello stesso nucleo familiare nel medesimo comune, che prevedono spesso l’esenzione per uno solo di essi.

      • Diego

        Neanche al riguardo delle case dei coniugi nello stesso comune…quindi come mi dovrei comportare?

        • Esperto
          Esperto

          In tal caso farei valere la regola generale. Secondo me potete provare a mettere in esenzione entrambe le case, quella di tua moglie in quanto abitazione principale familiare (con lei residente) e la tua in quanto appartenente alle Forze Armate.

      • Diego

        Buongiorno, consultando la delibera relativa all’imu e tasi sul sito del comune ho notato che non ci sono riferimenti in merito all’esenzione dedicata alle Forze armate. Cosa dovrei fare?. Grazie.

        • Esperto
          Esperto

          E al riguardo delle case di coniugi nello stesso comune?

  40. CLAUDIO

    buonasera,
    sono un militare in servizio permanente.
    Sono proprietario di un immobile in provincia di Napoli donatomi da mio padre ed, in merito all’imposta di registro, ho usufruito delle agevolazioni prima casa. Nell’anno 2015 ho subito un trasferimento in una sede dellla provincia di Napoli.
    Vorrei acquitare un immobile situato in un’altro comune della provincia di Napoli.
    Potrei usufruire delle imposte di registro previste per la prima casa?
    Grazie.

    • Esperto
      Esperto

      Si è possibile trattandosi di due comuni diversi ed uno donazione, l’altro acquisto. Precisiamo che l’essere militare non ha influenza sulla situazione.

  41. andrea

    Buongiorno,
    sono appartenente alle forze dell’ordine. Un anno fa, con la morte di mio padre, ho ereditato la quota di 1/9 relativa a più immobili tutti ubicati nel comune di nascita. Quest’anno ho acquistato un immobile nel comune di Milano, trasferendo la residenza dopo un mese dall’acquisto. Posso evitare ill versamnento dell’Imu per quel mese che non ho trasferito la residenza come appartenente alle forze dell’ordine anche in presenza di possesso di 1/9 di altri immobili?
    In attesa di una risposta, cordiali saluti.

    • Esperto
      Esperto

      Devi verificare sul regolamento specifico del comune di Milano.

  42. Antonio

    salve, sono un militare che vive e risiede con casa di Proprietà in Toscana. essendo stato trasferito per chiusura ente presso un altra base toscana è possibile che io mi trasferisca nella nuova città ( eventualmente comprando una casa nuova) e conservando le agevolazioni IMU in quella vecchia? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Dipende dal regolamento comunale.

  43. Martino

    Buongiorno, sono un militare in servizio permanente dell’Esercito Italiano coniugato in regime di comunione dei beni. Vorrei porre il seguente quesito: se acquisto una casa in un comune diverso da quello in cui ho la residenza intestandola solo a me, mia moglie ha comunque l’obbligo di trasferire la residenza? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Dipende: se la acquisti in comunione risulta cointestata e dunque avrebbe l’obbligo, ma hai la possibilità di acquistarla in separazione, pur mantenendo il regime di comunione dei beni, il notaio sa come fare.

  44. Francesco

    Buongiorno,
    sono un appartenente alla Forze di Polizia. Ho acquistato una casa cointestata con mia moglie, intesa come abitazione principale.
    Attualmente occupo un alloggio di servizio in caserma, unitamente al mio nucleo famigliare, in un comune diverso da quello dove ho acquistato casa.
    Il comma 2, articolo 66, della legge 342/2000 prevede, a favore del personale appartenente alle forze armate e di polizia a ordinamento militare, che gli interessi passivi derivanti dal mutuo ipotecario siano comunque detraibili per l’acquisto dell’unità abitativa, purché questa sia l’unica posseduta. Soprattutto, in deroga al criterio ordinario, non è richiesto che essa venga adibita ad abitazione principale (Agenzia Entrate – Circolare 13 maggio 2011, n. 20).
    La mia domanda è la seguente:
    posso detrarre il 100% degli interessi passivi del mutuo cointestato, atteso che mia moglie è fiscalmente a mio carico e risiede con me? Oppure devo detrarre soltanto il 50% degli interessi passivi del mutuo, poiché mia moglie non è residente nell’abitazione acquistata?
    Grazie

    • Esperto
      Esperto

      Ti confermo che con casa e mutuo cointestati tra coniugi di cui uno è a carico, l’altro può portare in detrazione il 100% degli interessi passivi ammessi. Quanto all’eccezione sulla residenza, il tuo dubbio è legittimo: la mia interpretazione è che la residenza di tua moglie sia necessaria per la sua quota parte di detrazione.

  45. Martino

    Salve, sono un militare in servizio permanente, al momento vivo e ho la residenza con mia moglie e mio figlio presso un alloggio AST nel comune in cui presto servizio. Ho l’intenzione di comprare una casa nel mio comune di origine che dista circa 300 km. La domanda è la seguente: visto che ho intenzione di comprare la casa in comproprietà con mia moglie, posso usufruire delle agevolazioni prima casa mantenendo la residenza di tutta la famiglia nell’attuale comune, oppure mia moglie e tenuta a trasferire la residenza presso il comune in cui si trova l’immobile? E in questo secondo caso: perdo i requisiti per l’alloggio AST? Grazie

    • Esperto
      Esperto

      la seconda che hai detto, ovviamente ognuno avrà (o non avrà) i benefici relativamente alla propria quota di possesso. Quanto agli alloggi AST, dipende dalla loro regolamentazione specifica, alla quale ti rimando.

      • Martino

        Nel regolamento per gli alloggi di servizio delle FFAA (decreto 23/01/2004 n. 88) c’è scritto che “il concessionario decade dalla concessione nei seguenti casi: a)…; f) mancata occupazione stabile con il proprio nucleo familiare, dichiarato della originaria domanda, entro sei mesi dalla data di consegna dell’alloggio”. Per occupazione stabile si intende residenza? Grazie

        • Esperto
          Esperto

          Direi che è soggettivo, anche se l’aggettivo “stabile” farebbe pensare alla residenza.

  46. daniele

    Buongiorno sono un sottufficiale delle FF.AA possiedo al 100% un appartamento del quale ne ho affittato una parte (40%) con regolare contratto lasciando a mia disposizione la maggioranza (60%). Io per motivi lavorativi sono residente in un altro appartamento, preso in locazione, lontano dal comune dove è ubicato l appartamento di cui sono proprietario. Alla luce di quanto detto con la speranza di essere stato abbastanza chiaro le chiedo : mi spetta scaricare gli interessi del mutuo con il quale ho acquistato la casa? Devo versare l imu come seconda casa?
    Grazie per la disponibilità.

    • Esperto
      Esperto

      A mio avviso la detrazione degli interessi passivi del mutuo ti spetta, mentre per quanto riguarda IMU devi far riferimento al regolamento specifico del tuo comune.

      • daniele

        Salve io per quanto detto sopra mi sono appoggiato ad un Caf il quale non ha saputo darmi una risposta esauriente lasciando la pratica 730 in stand-by. Chiedevo a lei proprio perché ne io ne Caf ne commercialista sanno come fare…mi rimane solo l agenzia delle entrate come ultima risorsa. Ho pensato nella attesa di chiedere a voi

        • Esperto
          Esperto

          Figuriamoci se pretendiamo di saperne più di un professionista del settore! Il consiglio che ti do è quello di cambiare CAF.

      • daniele

        Grazie per la risposta celere ma a come posso far valere questa cosa in sede di 730?

        • Esperto
          Esperto

          Se ti avvali di un CAF, sapranno loro come fare.

  47. Francesco

    Salve, sono un appartenente all’Arma dei Carabinieri.
    Nel 2006 sono deceduti entrambi i miei genitori. Di conseguenza, io e mio fratello abbiamo ereditato al 50% l’abitazione dei genitori, distante 600 chilometri da dove svolgo servizio. Nel 2010, con mia moglie abbiamo acquistato al 50% un’abitazione in un comune vicino al luogo dove sono in servizio, ritenendola prima casa e abitazione princpale.
    Poichè occupo un alloggio di servizio in caserma, nè io e nè mia moglie abbiamo trasferito la residenza presso l’abitazione acquistata.
    Premesso che mia moglie non usufruisce delle agevolazioni di prima casa nè detrazioni per interessi passivi del mutuo, chiedo se al sottoscritto spetta la detrazione fiscale sugli interessi passivi della mia parte di mutuo.

    • Esperto
      Esperto

      Risposta affermativa per quanto riguarda la tua quota parte, purtroppo per tua moglie non è possibile se non vi ha residenza. Nota che devi iniziare a detrarli da subito (entro un anno dall’acquisto) altrimenti se ne perde il diritto (norma inspiegabile).

      • Francesco

        Grazie per la risposta.
        Quindi, se ho ben capito, il fatto di essere già proprietario al 50% di un’abitazione ereditata per successione in epoca precedente a quella dell’acquisto della 1^ casa, non mi preclude la possibilità di usufruire delle detrazioni degli interessi passivi della mia parte di mutuo per la mia prima casa acquistata in data successiva a quella a cui ho ereditato parte dell’abitazione dei genitori?
        Grazie ancora

        • Esperto
          Esperto

          Non preclude in quanto la detrazione degli interessi passivi del mutuo la si ha per la ABITAZIONE PRINCIPALE non (necessariamente) per la prima casa.

  48. Alessandro

    Buongiorno. Sono un militare di carriere nelle FF.PP. Fruisco di alloggio di servizio devoluto all’incarico e, da poco più di un anno ho sposato la mia attuale moglie che, prima del matrimonio, risiedeva nella sua casa di proprietà e, pertanto, beneficiava delle detrazione degli interessi passivi del mutuo. Ora che convive stabilmente con il sottoscritto titolare di alloggio di servizio, dicono che non può più portare in detrazione gli interessi del mutuo. Però, se fosse stata di mia proprietà avrei potuto diversamente beneficiare di tali detrazioni. E’ vero quello che mi hanno detto? Eventualmente come devo comportarmi?
    Anticipatamente ringrazio

    • Esperto
      Esperto

      Confermo. Non mi sembra ci sia niente da fare, a meno che tu non intenda acquistare casa di tua moglie, a tua volta con un mutuo!

  49. Angelo

    Salve, sono un militare in servizio permanente effettivo, e vorrei porvi una domanda. I miei genitori hanno un immobile adibito a civile abitazione che ha bisogno di grandi lavori di ristrutturazione, al momento nessuno ha la residenza presso di esso. Vorrei ristrutturare l’immobile, per beneficiare della detrazione fiscale del 50% per lavori di ristrutturazione. Come detto prima, l’immobile risulta di proprietà dei miei genitori, quindi pensavo di fare un contratto di comodato d’uso gratuito registrato dal notaio e farmi carico del mutuo per ristrutturazione dell’immobile per un importo di circa 100.000,00 €. Detto ciò, la mia domanda è: posso portare in detrazione il 50% della ristrutturazione? In caso positivo, essendo un militare, presumendo che su 96.000,€ posso scaricare 48.000,00€ in 10 anni, quindi 4.800,00€ annui, mi verranno accreditati annualmente questi importi??? Grazie in anticipo. Cordiali Saluti

    • Esperto
      Esperto

      Ritengo sia possibile, ma è una agevolazione che prescinde dallo status di militare. Per le modalità di rimborso, meglio rivolgersi ad un CAF per presentare dichiarazione dei redditi.

  50. Luigi

    Sono un Militare di Carriera, nel 2003 ho acquistato, con l’agevolazione 1° casa, un’abitazione a Taranto dove risiedevo con la mia famiglia e dove facevo servizio. Il 1° di Ottobre del 2010, dopo 40 anni di servizio effettivo, sono andato in Ausiliaria. (sono 5 anni a disposizione durante i quali si può essere richiamati in servizio.) Durante questo periodo ho portato la residenza in un’altra regione dove possedevo un’altra abitazione lasciatami dai miei genitori (mi sono trasferito solo io mentre mia moglie e mio figlio sono rimasti nell’abitazione di Taranto). Nello stesso tempo ho continuato a detrarre gli interessi passivi del mutuo sia per me che per mia moglie. Il 1° di Ottobre 2015 ho terminato l’Ausiliaria e sono andato in riserva. Posso continuare a detrarre il mutuo per me e mia moglie? Grazie per la Vostra gentilezza. Luigi
    Volevo aggiungere che mia moglie non ha mai lavorato ed essendo a carico mio, il mutuo l’ho detratto sempre al 100%. Inoltre sia l’abitazione che il mutuo sono divisi al 50%. Luigi

    • Esperto
      Esperto

      A mio giudizio non ne hai diritto.