Usufrutto: pago IMU come 2^ casa sulla 1^ casa

Home Forum TASI, IMU, IUC, TARI: le imposte sul possesso Usufrutto: pago IMU come 2^ casa sulla 1^ casa

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 6 anni, 6 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #3258

    raimondo

    Vorrei sottoporvi il seguente quesito:
    Io e mia madre abitiamo in una casa a due piani accatastati come due appartamenti separati, in uno dei quali è residente mia madre e nell’ altro sono residente io con mia moglie e mio figlio minorenne.
    Di entrambi gli appartamenti, acquistati ormai nel 1977, io sono proprietario relativamente alla nuda proprietà, mentre l ‘usufruttuaria è mia madre.
    Secondo il CAAF di cui si serve mia madre, l ‘appartamento in cui risiedo da anni e che è la mia prima casa, è da considerarsi, in virtù dell ‘usufrutto, come seconda casa di mia madre, per cui doverei pagarci sopra l ‘IMU come seconda casa e senza sconto per figlio a carico.
    Vorrei sapere se questo è vero. Nel caso, il notaio mi ha consigliato di convincere mia madre a cedermi l ‘usufrutto del mio appartamento e questo mi costerebbe 1.800,00 euro. Potrebbe essere una soluzione valida?


    #3312
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Ti confermo che è tutto corretto. E’ sicuramente da valutare anche il suggerimento di revocare il diritto goduto da tua madre, il cui costo potrebbe essere ammortizzato in 2 o 3 anni di pagamenti IMU.

    Tutto questo, ovviamente, presumendo che tu voglia restituire a tua madre la tassa pagata, in quanto a rigore di legge, a te nulla è chiesto di pagamenti IMU.

    #3453

    raimondo

    Grazie per la pronta risposta. Ovviamente, non avendo mia madre i soldi per il pagamento dell’IMU sulla seconda casa, dovrò pagarmela da solo.
    A questo proposito vorrei porle un altro quesito. I nostri 2 appartamenti, in origine erano accatastati come unica unità abitativa. Quando io e mia madre abitavamo insieme, il piano terra era zona giorno e il 1° piano zona notte. Soltanto nel 2001, quando mi sono sposato, ci siamo divisi i due piani tra me e mia madre. Quando fu tolta l’ICI sulla prima casa, il nostro geometra ci consigliò di riaccatastare la casa come due appartamenti separati perché se fossero rimasti accatastati come singola unità abitativa, compresi i locali di sgombero esterni, sarebbero arrivati a 220 m2 per cui sarebbe stata considerata “villa” ed avrebbe continuato a pagare l’ICI lo stesso.
    Visto che mia madre, come tutte le persone anziane, ha delle forti resistenze a cedere l’usufrutto sul mio appartamento, e dato che i due appartamenti, pur dotati di ingressi separati, sono comunque uniti da una scala a chiocciola interna che abbiamo chiuso con una botola di legno posticcia, potrebbe essere una soluzione conveniente riaccatastarli come unica abitazione? In questo modo mia madre conserverebbe l’usufrutto e sarebbe eliminato il problema della seconda casa.

    #3469
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Raimondo: purtroppo se già il geometra ha visto che andate a sforare i metri quadri che classificano l’immobile come “di lusso”, meglio tenerlo diviso e cercare altre soluzioni…


Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.