Tasse seconda casa dopo la separazione

Home Forum Utenze, rifiuti, tv e altre imposte sulla casa Tasse seconda casa dopo la separazione

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 3 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #18196

    laura rossini

    Buongiorno, sono in fase di sep. consensuale con un figlio maggiorenne non indipendente.
    Mi sarebbe affidata la casa famigliare in comunione dei beni, a me e mio figlio, che tasse/imposte devo pagare? E per intero.
    La seconda casa ubicata in comune diverso sarà l’abitazione del mio ex marito. Anche questa in comunione di beni.
    Cosa va pagato qui, da chi e in che percentuale?

    E’ possibile fare una cessione reciproca ad uso esclusivo per risparmiare sulle tasse? Sembra che la seconda casa non possa essere assegnata ad uso esclusivo perché non casa coniugale.

    Se mio marito sposta la residenza in questa casa può avere delle agevolazioni su imu, bollette ecc?

    grazie


    #18200
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    L’assegnazione da parte del giudice di un immobile ad uno dei coniugi si configura come una cessione di diritti reali (di abitazione in questo caso), per cui il coniuge assegnatario sarà tenuto a versare la totalità delle imposte su tale immobile, essendone l’altro nudo proprietario, almeno finché il diritto non sarà revocato (es. per nuovo matrimonio e/o cambio di residenza del coniuge assegnatario).
    Io ritengo che questo valga anche per la seconda casa, sempre che sia assegnata dal giudice e non tramite scrittura privata, che non è sufficiente. In alternativa, valutate una cessione di diritti tramite un notaio, operazione che ha però un certo costo sia in termini di imposte che di notaio stesso.

    Qualora non venga configurata la cessione di diritti per la seconda casa, quest’ultima, essendo in comunione, graverà a livello di imposte su entrambi i coniugi. L’IMU ad esempio sarà dovuta in misura del 50%: a te con aliquota più alta come seconda casa, al tuo ex marito sarà invece applicata la regola della “prima casa” essendo residente. Per le utenze, potrà tranquillamente intestarle a suo nome e beneficiare delle agevolazioni residenti, idem per la tassa sui rifiuti.


Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.