Procedura compravendita: è corretta questa richiesta da una banca online?

Home Forum Acquisto (prima) casa Procedura compravendita: è corretta questa richiesta da una banca online?

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 3 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #18526

    Antonio

    Ho firmato un compromesso per la vendita del mio immobile nei prossimi mesi. Su detto immobile grava un mutuo da me stipulato con una banca on line. A vostro avviso possono esservi delle controindicazioni a quanto segue?
    Il compromesso prevede:
    – estinzione del mutuo contestuale all’atto a mezzo di bonifico bancario o assegni circolari;
    – estinzione dell’ipoteca di primo grado relativa al mutuo di cui sopra sempre contestuale all’atto a seguito estinzione mutuo v. sopra;
    – clausola sospensiva per ottenimento di mutuo da parte dell’acquirente 15 gg prima della data entro la quale è fissato l’atto.
    Da informazioni raccolte dal call center della banca di cui sono cliente, la stessa prescrive la seguente procedura:
    *Entro il mese precedente, invio di modulo sottoscritto da parte del venditore per richiedere:
    i conteggi estintivi alla data del rogito (da fissare nella seconda metà del mese), già indicando già la modalità di pagamento:
    assegno circolare n.t. (SCONSIGLIATO) oppure bonifico bancario (PREFERIBILE alla data dell’atto)
    * Nel mese successivo (quello del rogito),
    incassata la rata di mutuo il primo del mese, ed entro 5/10 giorni, la banca invia al venditore una lettera ufficiale in cui vengono precisati: ammontare delle somme necessarie per estinguere il debito alla data di riferimento (rogito), dietimi giornalieri fissati 10 giorni in più rispetto alla data di riferimento; istruzioni per la banca dell’acquirente e per il notaio per l’invio delle somme e modalità inerenti, rimando alla cancellazione di ipoteca (ai sensi della legge Bersani)
    * Il giorno del rogito (svolto probabilmente presso agenzia della banca dell’acquirente) non è presente un funzionario della banca del venditore. Attraverso la banca che gli concede il mutuo, l’acquirente deve quindi provvedere all’invio alle coordinate bancarie indicate dalla banca del venditore tramite:
    a) bonifico di estinzione, (preferibile perché immediatamente inviato attraverso il canale bancario)
    b) in alternativa l’assegno circolare, (sconsigliato perché il venditore o ancor meglio il notaio dovrebbero farsi carico di inoltrare via corriere o rqaccomandata A/R alla sede centrale oppure versarlo alla filiale regionale più vicina)
    Il notaio deve farsi garante di tutta la procedura con opportune certificazioni nell’atto inerenti le modalità di pagmaento, estinzione, le ipoteche, ecc.
    * Successivamente al rogito
    Avviene la cancellazione dell’ipoteca (nei termini della legge Bersani), eseguita in automatico la banca del Venditore entro un mese; viene inviata per posta ordinaria quietanza di estinzione al Venditore entro 15 gg.


    #18532
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Quindi sarebbe l’acquirente a farsi carico dell’estinzione del mutuo? In teoria qualunque procedura può andare bene, se c’è un notaio a fare da garante, ma che sia un notaio in gamba… nel merito non saprei dare un giudizio con certezza, ma non vedo grossi problemi.


Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.