Prima casa per coniuge separato

Home Forum Acquisto (prima) casa Prima casa per coniuge separato

Questo argomento contiene 24 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 3 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 25 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #4161

    ranieri

    Sto per separarmi consensualmente, siamo in separazione di beni, abbiamo la nostra abitazione prima casa al 50%, il mutuo quindicennale è stato estinto, la casa rimane alla moglie e alle due figlie maggiorenni, ma studenti.
    Vorrei acquistare un appartamento di 50mq, nello stesso comune, posso in qualche modo usufruire delle agevolazioni prima casa, non avendone più la possibilità di utiizzo della mia?
    Grazie


    #4260
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Allo stato attuale, non ne hai diritto.

    Valuta se è il caso di effettuare una donazione della tua quota di immobile alla ex moglie o alle figlie (in questo caso, trattandosi di donazione di una quota, non limiti la loro possibilità di acquistare in futuro una propria prima casa nello stesso comune).

    #4279

    Antonello

    Sono separato legalmente dal dicembre 2011 e sono andato a vivere in un altro appartamento di mia proprietà, ma ho fatto il cambio di residenza appena a fine aprile 2012. Ho capito bene che sulla casa coniugale, assegnata alla moglie e ai due figli, l’Imu dovrà pagarlo lei, ma il mio dubbio è: vale la data di separazione oppure il mio cambio di residenza?
    Perché se vale il mio cambio di residenza la situazione è chiara: 4 mesi a me come prima abitazioni (con tutte detrazioni prima casa e figli), 8 mesi a lei (idem).
    Sulla mia casa attuale: 4 mesi come seconda casa e 8 mesi come prima abit (detrazione prima casa ma non per i figli.
    Ma se valesse la data di separazione??? Deve pagare tutti i 12 mesi lei come sua prima casa? E io con la mia? Grazie della risposta

    #4344
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Antonello: vale la data della sentenza di separazione nella quale si attesta che il diritto di uso è attribuito a tua moglie. Prima, nessun diritto sussiste e si paga normalmente.

    #4381

    Antonello

    Ok, ringrazio per la risposta.
    Ma, abbi pazienza ancora un secondo, assodato che su quella casa tocca esclusivamente a lei pagare dunque tutti i 12 mesi come prima casa con tanto di detrazioni anche per i figli, io con la mia casa attuale dove sto, come mi devo comportare?
    Ti ricordo che il cambio di residenza l’ho fatto appena a fine aprile: assodato che da maggio in poi è la mia prima casa e non ci piove, ma da gennaio ad aprile? E’ la mia seconda o è già la mia prima casa.
    grazie per la pazienza

    #4411
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Antonello: da Gennaio ad Aprile devi applicare l’aliquota ordinaria come una seconda casa.

    #4726

    ranieri

    pongo questi quesiti sempre relativi all’acquisto di una nuova prima casa dopo la separazione: se una delle figlie maggiorenni sudente risulta domiciliate assieme al padre, e una altra pure maggiorenne e studente con la madre, abbiamo due prime case?
    Intesto una casa alla figlia maggiorenne studente, il mutuo a nome dei due genitori separati, lei può avere le agevolazioni prima casa? Possono i genitori detrarre con il730 gli interessi del mutuo essendo la figlia ancora a carico non lavorando?
    Grazie per il vostro prezioso aiuto

    #4737
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Ranieri: la prima domanda è mal posta, una casa è prima casa se così è dichiarata nell’atto di acquisto, indipendentemente da come e da chi poi viene usata.

    Intestare la casa ad una figlia maggiorenne è possibile, anche se così le precludi la possibilità di una prima casa a suo nome quando la vorrà acquistare. Per il mutuo, dovrebbe essere possibile trattandosi di abitazione principale di familiare (la figlia deve prendere residenza nel “suo” immobile).

    #17580

    david giaramita

    Salve
    Sono coniugato, con separazione dei beni.
    Attualmente Sono in causa per separazione giudiziale; da inizio lite, due anni fa, a mia moglie è stata assegnata la casa di comune proprietà.
    Io ho vissuto in affitto per due anni e pago gli alimenti per due figli studenti universitari maggiorenni.
    Chiedo se acquistando un immobile per non dover sprecare altri soldi in affitto posso acquistare con Iva od imposta prima casa, e se ciò vale dovunque io acquisti, quindi in comune diverso da quello di residenza o lavoro.
    Saluti e grazie!

    #17582
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    David, anche se non lo hai specificato suppongo che la casa coniugale sia stata acquistata con agevolazioni prima casa. Questo purtroppo ti pregiudica l’acquisto con le agevolazioni di qualsiasi altra casa su tutto il suolo nazionale. Dovrai acquistare come una seconda casa, oppure disfarti della tua quota di possesso di immobile.

    #17767

    Massimiliano

    Buongiorno e auguri a tutti,

    sono un padre separato da 7 anni in causa per il divorzio e il mio unico immobile di proprietà esclusiva, acquistato con i benefici prima casa, è stato assegnato ad i miei tre figli (11-13-15) e alla mia ex moglie; sono in procinto di fare l’atto di acquisto di una nuova abitazione da adibire ad abitazione principale e mi piacerebbe usufruire dei benefici prima casa e non avendo più da anni la disponibilità reale dell’immobile e prevedendo che ciò si protrarrà per molti anni ho consultato più di un notaio ed ho avuto pareri contrastanti, alcuni mi dicono di acquistarlo con i benefici avendone i requisiti dovuti alla non disponibilità reale dell’immobile, altri ritengono che non ci siano i requisiti legati alla reale proprietà di un altro immobile sullo stesso comune. Io avrei deciso di provare ad acquistare con i benefici e se ciò mi dovesse essere contestato dall’ufficio delle entrate fare successivamente ricorso!
    Mi sarebbe gradito un vostro parere e per ciò vi ringrazio anticipatamente augurandovi nuovamente un sereno 2014!!

    #17774
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Massimiliano: attualmente tu sei NUDO proprietario di una quota di abitazione acquistata con i benefici prima casa.

    A mio giudizio tu non hai pertanto diritto ad utilizzare i benefici prima casa per nessun’altra abitazione, neanche in un comune diverso. “Provarci” sarebbe molto rischioso in quanto facilmente oggetto di contestazione.

    Una soluzione potrebbe essere quella di donare la tua quota di proprietà ai figli o alla ex moglie, ovviamente prima dell’acquisto del nuovo immobile.

    #17888

    Elenio Leonzio

    Buonasera
    Sto per separarmi. Io e mia moglie siamo proprietari di un immobile prima casa. Nel momento in cui lascerò l’abitazione principale a mia moglie ed io andrò a vivere in affitto, la prima casa diventerà seconda? Fa differenza se andrò a vivere in comune diverso da quello dove risiedo attualmente? Dovrò pagare l’imu come seconda casa? Grazie

    #17890
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Elenio Leonzio: bisogna fare una distinzione tar separazione legale, con assegnazione dell’immobile al coniuge da parte del giudice, e semplice separazione di fatto, con cambio di residenza.

    Nel primo caso le recenti modifiche hanno fatto si che la tassa sull’immobile (IMU o quel che sarà nel 2014), vada tutta a carico del coniuge che assume il diritto di abitazione. Nel secondo caso, invece tu dovrai pagare e con l’aliquota più alta, come una seconda casa.

    Un altro aspetto da considerare è l’eventuale detrazione degli interessi passivi del mutuo, che direi si comporta esattamente al contrario: la mantieni in caso di semplice separazione, a patto di andare a vivere in un immobile non di tua proprietà, e la perdi in caso di separazione, in quanto viene meno il vincolo di parentela.

    #17921

    Sergio

    Salve, sono legalmente separato.
    L’abitazione in cui vive mia figlia e mia moglie è di mia proprietà ed il giudice ha assegnato l’abitazione stessa a mia moglie e mia figlia.
    Alla luce dei fatti, quindi, mi sono preso una piccola abitazione fuori roma con un mutuo ventennale.
    Vorrei sapere se posso scaricarmi gli interessi passivi del mutuo di quest’ultima abitazione visto che l’abitazione principale è stata assegnata alla coniuge e che oltretutto gli passo il mantenimento.
    Da notare, che lo Stato per quanto riguarda l’IMU, ha precisato che se le case dei separati sono in comune diverso, spetta il pagamento delle tasse ad entrambe come prima casa con le relative detrazioni.
    Grazie


Stai vedendo 15 articoli - dal 1 a 15 (di 25 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.