Minore proprietario di immobile: IMU e residenza

Home Forum TASI, IMU, IUC, TARI: le imposte sul possesso Minore proprietario di immobile: IMU e residenza

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 6 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #845

    giulia

    Mio figlio minore risulta intestatario di un immobile a seguito di donazione da parte nonno materno; ora visto che è minore, non vi ha trasferito la residenza (che sarebbe il civico accanto a quello in cui vive ora); ha ottenuto l’agevolazione prima casa; mi chiedo se ai fini Imu debba considerarsi seconda casa fino al compimento 18 anni o se debba spostare la residenza lì con uno dei due genitori per poter pagare l’Imu come prima casa (differenza di non poco conto in una citta come Bologna); la legge non è chiara a tal proposito.
    grazie per la risposta
    Giulia


    #863
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Finché il figlio è minorenne, l’immobile è automaticamente in usufrutto legale ai genitori, così come la relativa tassazione ai fini IMU e Irpef.
    Se la vostra famiglia già abita in una casa di proprietà, non vedo alternative a pagare IMU come seconda casa per questo immobile o, alternativamente, per l’altro. Anche facendo una residenza disgiunta dei genitori, si paga infatti IMU come prima casa solo su una delle due abitazioni, a scelta.

    #882

    giulia

    La nostra famiglia abita in una casa di proprieta’, ma la proprieta’ è sola della sottoscritta (mamma) e non del mio compagno (non siamo sposati) per cui mi chiedevo se il papa non avendo proprieta’ intestate potesse trasferire nell’altro appartamento la residenza con il figlio in attesa del compimento della maggior eta’ del figlio; tra l’altro si tratta di appartamenti attigui che si potrebbero unire creando un varco pur mantenedo distinte le due proprieta ; eventualmente quale organo comunale potrebbe rispondere al quesito….
    grazie

    #885
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Se non siete sposati, allora è possibile fare proprio come dici.
    Tu mantieni la residenza attuale e tuo figlio col padre la prendono nell’altro immobile, così facendo dovresti riuscire a pagare come prima casa per entrambe. Per avere un parere autorevole, rivolgiti all’Agenzia delle Entrate.
    Il fatto che siano comunicanti non è influente, a meno che tu non intenda unire catastalmente le due unità.


Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.