IMU case confinanti

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 6 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #2976

    pietro

    Vorrei riuscire a capire come comportarmi riguardo all’IMU e alla mia (nostra, mia e di mia moglie) situazione.
    Io abito e risiedo nella casa A di mia proprietà da 20 anni
    Anni fa la mia compagna (non ancora moglie) viene ad abitare con me  essendo allo stretto, dopo qualche tempo riesce ad acquistare il bilocale B adiacente al mio, usufruendo di un mutuo e delle agevolazioni di prima casa, abitandolo e stabilendo ivi la residenza.
    Dopo due anni in cui viviamo entrambi praticamente come in un unico appartamento, dato che i locali sono attaccati e si prestano per caratteristiche a funzioni complementari, ci sposiamo in separazione dei beni. Attualmente, per la legge sull’IMU, se non ho capito male dovrei pagare come seconda casa uno dei due appartamenti, ma poiché la casa di mia moglie è gravata ancora da un vincolo di prima casa per il mutuo, dovrei scegliere il mio appartamento in cui comunque viviamo entrambi realmente e in io cui abito da 20 anni…
    ora: ho letto (corriere della sera) che i requisiti per la agevolazione IMU di prima casa, secondo una analisi fatta relativamente ad un figlio che abiti una casa diversa dai genitori, sono: possesso residenza e dimora.
    Vale allora lo stesso discorso per i coniugi ?
    E poi , questa ridefinizione di 2° casa per i locali in cui abito concretamente si ripercuoterà a catena anche sulla dichiarazione IRPEF e sui contratti di luce e gas ?


    #3027
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Ti confermo che allo stato attuale avete diritto a pagare IMU come “prima casa” solo per uno dei due appartamenti, tuttavia avete pieno diritto di scegliere quale, indipendentemente dai mutui, dalle agevolazioni ottenute in fase di acquisto e dagli allacciamenti stipulati. L’aliquota IMU da applicare infatti non influisce assolutamente su alcuno di questi aspetti.

    #3035

    pietro

    grazie per la risposta : sulla scelta, quello che dicevo è che essendo il mutuo INPDAP strettamente vincolato alla clausola di prima casa, pena il decadimento (almeno fino allo scadere dei 5 anni), mi toccherà pagare sull’altra casa che è piu costosa (temo infatti che la società del mutuo si potrebbe attaccare alla dichiarazione di IMU seconda casa per risolvere il contratto; piuttosto, mi preoccupavo se nel modello unico, data la scelta di pagare l’IMU non più come prima abitazione, sarò costretto a non usufruire più della detrazione prima casa, appunto, anche ai fini IRPEF; per luce e gas spero davvero che le aziende non si attacchino anche loro per cambiare i tipi di fornitura, da residenza a seconda casa….

    #3045
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Insisto nel dire che ti stai facendo problemi che non esistono: anche pagando IMU con aliquota ordinaria detta “seconda casa” niente cambierà per il tuo mutuo e allacciamenti. La tua è e rimane una prima casa perchè tale è stata dichiarata in fase di acquisto, se poi paghi l’imu con aliquota ordinaria significa che non risulta abitazione principale, che è tutt’altro concetto.


Stai vedendo 4 articoli - dal 1 a 4 (di 4 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.