IMU 1°/2° Casa

Questo argomento contiene 5 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 6 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #1102

    Francesco

    Buongiorno,
    sono residente in un appartamento a Roma di cui possiedo la nuda proprietà (ho usufruito delle agevolazioni prima casa), avendo lasciato l’usufrutto ai miei genitori (io vivo da solo ed il mutuo è stato estinto). Vorrei acquistare un appartamento fuori Roma (rimanendo sempre nel Lazio) per poter mettere in affitto l’abitazione di Roma (con il consenso degli usufruttuari che vivono altrove…). Vorrei chiedervi 3 cose:

    1. Se metto in affitto la “prima casa” di Roma, questa diventa automaticamente seconda casa? Pagherei l’IMU come seconda casa?
    2. Potrei prendere la residenza nella seconda casa fuori Roma facendola rimanere “seconda casa”, o se prendo la residenza in quell’appartamento diventa automaticamente “prima casa”?
    3. Se riesco invece a comprare una seconda casa sempre all’interno del comune di Roma, cambierebbe qualcosa? La residenza in questo caso rimarrebbe a Roma, quindi potrei decidere di andare a vivere dove mi pare stabilendo io stesso dove mantenere la “prima casa”, mi sbaglio?

    Vi ringrazio per i chiarimenti che potrete fornirmi.
    Francesco.


    #1105
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    La nuda proprietà acquistata con agevolazioni prima casa ti preclude le agevolazioni per qualsiasi immobile in tutta Italia, a meno che la proprietà non sia stata ottenuta per successione o donazione, nel qual caso avresti ancora diritto alle agevolazioni. L’alternativa è venderlo.

    Ai fini IMU, il concetto di prima e seconda casa si sposta sulla residenza: in sostanza, pagherai IMU come prima casa nell’immobile dove hai residenza (indipendentemente dal fatto che siano state chieste le agevolazioni prima casa in fase di acquisto); pagherai invece IMU come seconda casa su tutte le altre proprietà.

    #1106

    Francesco

    Grazie mille per la sua celere risposta.
    In relazione alla mia domanda N° 3, avrei però bisogno di un ulteriore piccolo chiarimento: se la residenza è legata al comune di appartenenza, comprando un secondo appartamento più piccolo a Roma, posso decidere di mantenere come “prima casa” l’appartamento più grande (cioè quello che vorrei mettere in affito)? Ovviamente in questo modo pagherei un IMU più bassa sull’immobile più grande….
    Se ho la residenza a Roma, chi decide quale deve essere la “prima casa” se possiedo 2 appartamenti nello stesso comune?
    Grazie ancora per l’utilissimo servizio che sta offrendo.

    #1109
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Nessuno decide la tua residenza, sei tu che dichiari, sotto tua responsabilità, quale sia. Non è vietato avere la residenza in un immobile in affitto, ma le situazioni anomale sono soggette a controlli a sorpresa per verificare l’effettiva presenza della persona nell’immobile.

    #1110

    Francesco

    Se la legge non vieta di risiedere in un immobile in affitto perchè si creerebbe una situazione anomala da verificare? Cosa succede se scoprono che non risiedo nell’immobile in affitto, ma nella seconda casa?
    Grazie ancora per la sua disponibilità.

    #1113
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    La situazione è anomala, non vietata, appunto… anomala perchè è raro che un immobile venga dato in affitto (magari ad una famiglia) con il proprietario ivi residente, per cui si va ad accertare se la residenza non sia fittizia per eludere le tasse (appunto).

    Qualora venisse accertata che la tua residenza è fittizia, dovrebbero accertare anche una decorrenza per elevare delle sanzioni, quindi è difficile dire quale sarebbe la cifra da pagare…


Stai vedendo 6 articoli - dal 1 a 6 (di 6 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.