ICI su abitazione principale (residenza nel comune)

Home Forum TASI, IMU, IUC, TARI: le imposte sul possesso ICI su abitazione principale (residenza nel comune)

Questo argomento contiene 9 risposte, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da  Giancarlo 5 anni, 1 mese fa.

Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #4783

    patrizia

    La domanda è la seguente: mio figlio ha acquistato una piccola casa in comune diverso da quello in cui abitava con me, sul contratto: abitazione principale.

    Ha chiesto la residenza dopo due mesi e mezzo nel comune dove ha acquistato l’abitazione.(si può chiedere entro 18 mesi la residenza per PRIMA casa). aDESSO SECONDO QUEL COMUNE DEVE PAGARE L’ICI per quei 2 mesi e mezzo tra contratto acquisto casa e domanda di residenza. Chiaramente l’ici di un anno intero!
    ICI che al comune ha già versato anche il precedente proprietario. Vorrei capire: se c’è tempo un anno e mezzo per chiedere la residenza perchè deve pagare l’ici su una casa nella quale ci abita e ci ha preso la residenza entro i 3 mesi. e perchè l’aliquota da pagare è 7 per mille quando per abitazione principale è inferiore? grazie


    #4816
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Purtroppo avete fatto un pò di confusione.

    Brevemente:
    Tuo figlio ha presumibilmente acquistato una PRIMA CASA, questa per essere confermata necessita lo spostamento della residenza nel comune entro 18 mesi, questa è una scadenza che non ha nulla a che fare con ICI e IMU.
    La regolamentazione dell’abitazione principale è tutt’altra cosa: affinchè lo sia, deve prendere la residenza esattamente nell’immobile: tutto il periodo tra l’acquisto e la residenza la casa è tassata come una seconda casa.

    #4951

    franz

    Io mi trovo quasi nella stessa situazione. Sono un poliziotto e per regolamento devo avere la residenza nel comune dove espleto servizio. Il 14 dicembre 2009 ho acquistato un’abitazione nel mio comune di origine. Per avere tutte le agevolazioni fiscali di abitazione principale con il permesso del mio Ufficio, il 19 gennaio 2010 ho trasferito la mia residenza nel comune di origine. Ora ho saputo che per quel periodo io risulto proprietario di seconda casa e quindi soggetto al pagamento dell’ICI. Come faccio a pagare? essendo anche il periodo si riferisce a due anni? Grazie

    #5002
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Franz: recati ad un CAF e fai valutare se è possibile un ravvedimento operoso, altrimenti valuta se aspettare la sanzione oppure “autodenunciarti” all’Agenzia delle Entrate.

    #5020

    gherardo

    Domanda:
    Salve,
    sono proprietario al 100% di casa in un comune, abitazione principale e residenza; mia moglie, non convivente e non legalmente separata, è proprietaria di abitazione al 100%, sua abitazione principale e residenza, in altro comune. In seguto alla sentenza 14389 Corte di Cassazione 15 giugno 2010 i comuni di residenza ci chiedono l’ICI non pagata nei 5 anni precedenti (dal 1 gennaio 2007) e secondo loro dovuta perchè l’agevolazione per l’abitazione principale di due coniugi sarebbe ristretta al fatto di risiedere insieme e non facendolo avremmo perso entrambi l’agevolazione.
    Secondo uno dei due comuni dobbiamo entrambi pagare l’ICI non versata, secondo un altro la deve pagare solo quello in cui non viene dichiarata la dimora principale del nucleo familiare (ci verrebbe data la possibilità di dichiarare quale delle due è ‘abitazione principale del nucleo familiare’).
    La recente precisazione (aprile 2012) che in questo caso per l’IMU possiamo avere entrambi l’agevolazione per abitazione principale non sarebbe applicabile all’ICI pregressa. Mi sembra che sulla legislazione in oggetto riguardo alla possibilità dei comuni di richiedere l’ICI non versata negli ultimi 5 anni per coniugi non legalmente separati ma con residenze disgiunte in due comuni diversi ci siano ancora delle incertezze interpretative. E’ realmente così? Potete aiutarmi a fare chiarezza?
    Grazie.

    #5029
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Gherardo: hai inquadrato bene il problema. Fino al Maggio 2012, non era ben chiaro come trattare la tua situazione e la decisione era pertanto demandata ai singoli comuni. Sicuramente non ha ragione il comune che ti chiede ICI per entrambe le abitazioni, anche perchè esso può esigere solo quella per l’immobile nel suo territorio.
    Pertanto, una possibilità è quella di non pagare ICI sull’immobile dell’altro comune, dichiarandola come abitazione principale familiare e saldare il pregresso al comune più “severo”.
    In alternativa, fare ricorso sulla base della nuova normativa e vedere se la spunti…

    #5047

    gherardo

    Grazie per la risposta. Proverò a fare ricorso, anche se rimane il dubbio della non applicabilità della normativa attuale IMU al pregresso dell’ICI, che cercherò di verificare in qualche modo prima di procedere…
    gherardo

    #5796

    Giancarlo

    Salve. Sono anch’io nella situazione di Gherardo. Addirittura nel 2006 ho avuto lo sgravio di cartella che mi chiedeva ICI 2° casa anzichè 1° casa. Mi informavo ulteriormente nel 2008 e l’addetto ICI mi confermava l’esenzione 1° casa. Ora mi richiedono gli arretrati di tre anni!!Termine 60 giorni per pagare.A richiesta di delucidazioni un altro addetto mi propone di fare dichiarazione notoria attestante la mia residenza e domicilio (nonostante abbia stato famiglia disgiunto da quello di mia moglie dal febbraio 2003). Come mi devo comportare?? In più potrei appellarmi all’art 6 del DL 18/12/1997 n 472??? grazie di tutto

    #5803
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Giancarlo, non c’è dubbio che in casi come il tuo ci si debba affidare ad un avvocato oppure ad un fiscalista con esperienza specifica su questi ricorsi.

    #6211

    Giancarlo

    ringrazio per la risposta ma….mi sovviene un’altra domanda:
    possibile che in Italia non ci sia un modo di comportarsi NETTO E CHIARO??
    Io VOGLIO essere in REGOLA!!!
    VOGLIO pagare le tasse che mi competono……senza passare attraverso un avvocato (ma quanto mi costi??) o un fiscalista ( non mi sembra un caso irrisolvibile e complicato)
    come me ci sono parecchi casi..SEMPLICI E CHIARI
    siamo noi che ci complichiamo la vita o ci sono uffici preposti alla COMPLICAZIONE CASI SEMPLICI?? saluti


Stai vedendo 10 articoli - dal 1 a 10 (di 10 totali)
Rispondi a: ICI su abitazione principale (residenza nel comune)
Le tue informazioni:




<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">