ICI – fusione immobili contigui

Home Forum TASI, IMU, IUC, TARI: le imposte sul possesso ICI – fusione immobili contigui

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 3 anni, 2 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #18319

    Paolo Bella

    Ho acquistato un immobile contiguo al mio in Gennaio 2009 (come prima casa) e completata la fusione catastale in Luglio, il comune mi ha chiesto l’ici (con sanzioni e interessi) dalla data di stipula fino alla data di fusione, appellandosi ad una legge non meglio specifica (che mi piacerebbe conoscere). E’ giusto questo modo di agire che risente a questo punto anche dei tempi del tecnico incaricato e che io in tutta sincerità non ho seguito? Ho possibilità di ricorrere a questo sopruso? Grazie.


    #18323
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Per quanto appaia “severa”, la richiesta del Comune con la sanzione a mio giudizio è corretta, in quanto formalmente, per 5 mesi tu hai posseduto due abitazioni distinte. La successiva fusione in una unica unità immobiliare non può rendere retroattiva l’esenzione ICI.

    Del resto, la stessa cosa accade a chi acquista una prima casa: anche nei migliori casi si impiegano 2 o 3 mesi prima di trasferire la residenza, tra imbiancatura, qualche lavoretto e per per trasferire il mobilio: ebbene, anche per questo periodo l’abitazione non può essere considerata principale e dunque sarà soggetta ad ICI, IMU, ecc. come una “seconda casa”.


Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
Rispondi a: ICI – fusione immobili contigui
Le tue informazioni:




<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">