Detrazioni ristrutturazione prima casa per il compagno che riceve una quota in donazione

Home Forum Acquisto (prima) casa Detrazioni ristrutturazione prima casa per il compagno che riceve una quota in donazione

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 3 anni, 11 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #17792

    Serena

    Buonasera,
    sono proprietaria di un immobile che mi è stato donato.
    Ho avuto il permesso di ampliare e di ristrutturare l’edificio e i lavori sono iniziati da qualche mese. Una volta terminato sposterò la residenza e diventerà per me prima casa. Potrò quindi usufruire della detrazione del 50%. Se adesso dono un 5% della proprietà al mio compagno (ora non siamo conviventi) e successivamente a ciò sosterrà anche lui delle spese di ristrutturazione, potrà anch’egli beneficiare della detrazione del 50%?
    Se dopo aver fatto questa donazione accendiamo un mutuo per ristrutturazione prima casa, la detrazione degli interessi passivi spetterà a me in misura del 95% e al mio compagno del 5% oppure 50% io e 50% lui?
    grazie e saluti


    #17819
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Per prima cosa, in genere sconsiglio sempre la donazione se non necessaria, in quanto a seguito di donazione l’immobile risulta sostanzialmente invendibile per lungo tempo.

    Nel tuo caso posso dirti che la detrazione fiscale delle spese di ristrutturazione può spettare tranquillamente anche al tuo compagno anche se non proprietario di alcuna quota, ma dovresti fargli avere dei diritti sull’immobile, ad esempio un diritto reale di uso, ma basta anche un contratto di locazione. Un’altra alternativa è quella di…. sposarsi, in modo che lui diventi tuo familiare che pertanto beneficerà automaticamente del diritto alle agevolazioni per ristrutturazione dell’immobile, basta che compaia nel tuo medesimo Stato di famiglia.
    Ovviamente entrambi dovete sostenere le spese in maniera tracciabile secondo le procedure dei bonifici per ristrutturazione e la detrazione spetta in ragione della spesa sostenuta e dell’intestazione delle fatture. Una difficoltà potrebbe essere il come suddividere le spese e le intestazioni delle fatture, magari per questo consultatevi con un commercialista.

    Per quanto riguarda il mutuo, vi sono invece maggiori difficoltà con la detrazione degli interessi passivi se non siete sposati. Se cointestato, la detrazione spetta in ragione delle quote di possesso e della cointestazione del mutuo, per cui ad esempio nel caso di casa tua al 100% e mutuo cointestato, soltanto tu avrai diritto alla detrazione del 50%. Per detrarre tutto, anche la casa oltre al mutuo, dovrebbe essere cointestata al 50%.


Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
Rispondi a: Detrazioni ristrutturazione prima casa per il compagno che riceve una quota in donazione
Le tue informazioni:




<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">