Coniugi con residenze anagrafiche diverse

Home Forum TASI, IMU, IUC, TARI: le imposte sul possesso Coniugi con residenze anagrafiche diverse

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 1 partecipante, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 6 anni, 4 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #3177

    beatrice

    Buongiorno, avevo già inviato il quesito ma non vedo pubblicata la discussione.
    Coniugata in regime di separazione dei beni, sono proprietaria, da prima del matrimonio, di un immobile in Toscana dove ho, insieme a mio figlio, la residenza anagrafica.
    Finora ho considerato tale immobile abitazione principale, usufruendo delle agevolazioni previste dalla normativa ai fini ICI.
    Mio marito è proprietario di un immobile in Lombardia e vi ha la residenza, pertanto anche per lui trattasi di abitazione principale e come tale ha usufruito delle detrazioni previste dalla normativa previgente.
    Nel 2010 l’Agenzia delle Entrate mi ha richiesto il pagamento dell’abbonamento RAI TV, tassa già pagata da mio marito e non dovuta per le abitazioni secondarie, giustificando la richiesta sul fatto di appartenere, io, ad un nucleo familiare a sé stante, comparendo, il mio nominativo e quello di mio figlio, su uno stato di famiglia diverso.
    Ora l’IMU introduce il concetto di dimora abituale. Di fatto tutti e tre viviamo in Lombardia, mio figlio è regolarmente iscritto a scuola ed io lavoro e pertanto ho un CUD (sebbene non di lavoratore dipendente ma di amministratore che quindi non implica una presenza continua) in Lombardia.
    Le mie domande sono: posso continuare ad usufruire delle agevolazioni previste per la prima casa (detraz € 200 ed aliquota ridotta) per l’abitazione in Toscana visto che trattasi di comuni diversi e visto che, per il fisco, appartengo ad un nucleo familiare indipendente??
    Chi tra me e mio marito potrà beneficiare invece della detrazione di 50 € per il figlio che, ripeto, ha la residenza insieme a me in Toscana ma dimora in Lombardia??
    Grazie mille


    #3248
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Intanto una considerazione per i nostri lettori: le discussioni che non trovate pubblicate, non hanno superato la nostra “moderazione”, magari perchè mal scritte o non chiare. Perdonateci, ma cerchiamo di mantenere questa sezione molto chiara per tutti, a costo di eliminare qualche richiesta.

    Veniamo al tuo caso: legge alla mano, non avresti diritto a considerare l’abitazione in Toscana come principale a causa del fatto che pur avendo residenza, non è la tua dimora abituale. E’ anche vero che la verifica sulla dimora non è automatica come quella sulla residenza anagrafica, per cui sono certo che molti nella tua situazione “rischierebbero” e pagherebbero con l’aliquota agevolata ugualmente. Ciò significa dichiarare che tu e tuo figlio vivete in Toscana, pertanto la detrazione per il figlio spetta a te ed è corretta anche la richiesta del canone Rai.


Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.