Casa intestazione percentuale diverse… Tutele?

Home Forum Acquisto (prima) casa Casa intestazione percentuale diverse… Tutele?

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 8 mesi, 3 settimane fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #19201

    Elena

    Salve a tutti, vi spiego la nostra situazione. Siamo una coppia giovane che si sposerà tra qualche mese e stiamo comprando la nostra prima casa per il valore di 240.000€. I miei genitori come anticipo di eredità mi daranno 100.000€ e prenderemo con il mio futuro marito un mutuo cointestato di 150.000€. Il desiderio dei miei genitori è che la casa però venga intestata solamente a me in quanto l’anticipo maggiore è dalla mia parte e proviene dai loro sacrifici di una vita….Inoltre con le mie altre due sorelle, la casa e stata intestata a loro e i miei genitori non vorrebbero creare disuguaglianze.
    Il mio ragazzo in questa situazione però non si sente tutelato in caso di futuro divorzio e la sua proposta sarebbe quella di co-intestarsi già la casa con proporzioni diverse (70%-30%). I miei genitori si oppongono perché ritengono che in questo caso IO sia meno tutelata (e che mi vengano tolti i soldi) in quanto ho versato inizialmente molto di più…

    1. in caso di intestazione solo a me, che tipo di tutele esistono per il mio futuro marito ? fare una scrittura privata dove, in caso di separazione, mi accollo interamente il mutuo e gli riconosco la parte di mutuo pagata è sufficiente? È abbastanza solido come accordo? (Dopo il matrimonio saremo in separazione di beni)
    2. nel caso di intestazione proporzionale 70%-30%, che mezzi ho per assicurarmi che mi tornino indietro i soldi che ho versato? Il mio ragazzo ha un lavoro come me, ma sia lui che i suoi genitori non possono liquidarmi la loro parte.. Se tra pochi anni ci lasciamo,lui si troverebbe proprietario di una quota di casa avendo versato solo pochi mila euro del mutuo. È possibile che venda la sua parte a qualcuno senza il mio consenso? In caso di vendita,posso chiedergli che mi venga riconosciuto almeno l’anticipo di 100.000€ ?

    Come si fa solitamente in questi casi per dare tutele alla parte economicamente più debole senza però svantaggiare chi da i soldi inizialmente?

    Ovviamente si parla di potenziali separazioni non consensuali dove non si ipotizza collaborazione tra di noi.

    La ringrazio moltissimo e rimango a disposizione se qualcosa non è sufficientemente chiaro!


    #19216
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Capisco il problema, Elena, e voi dovete capire che non esiste una soluzione che tuteli come vorreste.

    In particolare, una volta definite le quote di proprietà, non esiste una tutela relativamente a restituzione di denari o impegni a rivendere la propria quota. Si certo, potete fare tutte le scritture private che volete, ma se queste non vengono ottemperate, come è probabile in caso di litigio, non resta che andare comunque per vie legali, con costi e tempi che ben conosciamo.

    Chiunque può poi rivendere la propria quota a chi vuole, anche se, andiamo sul lato pratico, chi mai la comprerebbe?

    Nel vostro caso, io propenderei per una intestazione in quote da definire, tipo 70/30, oppure anche un 50-50 formalizzando un accordo di restituzione di 50mila euro da parte del tuo compagno ai tuoi genitori, eventualmente vincolato al divorzio. Questo, peraltro, ottimizzerebbe la detrazione degli interessi passivi del mutuo essendo il mutuo cointestato.

    Suggerisco comunque di chiedere consulenza ad un notaio, anzi, almeno un paio diversi!


Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
Rispondi a: Casa intestazione percentuale diverse… Tutele?
Le tue informazioni:




<a href="" title="" rel="" target=""> <blockquote cite=""> <code> <pre> <em> <strong> <del datetime=""> <ul> <ol start=""> <li> <img src="" border="" alt="" height="" width="">