Avviso di rideterminazione delle imposte scaduti i 18 mesi per cambio residenza

Home Forum Acquisto (prima) casa Avviso di rideterminazione delle imposte scaduti i 18 mesi per cambio residenza

Questo argomento contiene 1 risposta, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 3 anni, 8 mesi fa.

Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #18362

    Luigi

    Salve.

    A giugno 2012 io e la mia ragazza abbiamo fatto un atto di acquisto di un’abitazione che volevamo ristrutturare. Lo stesso giorno abbiamo fatto anche l’atto di mutuo per costruzione e ristrutturazione. Per entrambi gli atti abbiamo usufruito delle imposte agevolate (registro, ipotecaria e catastale per l’acquisto e imposta sostitutiva per il mutuo). Purtroppo non mi sono più ricordato di spostare entro i 18 mesi la residenza nel comune dove è ubicato l’alloggio (l’ho fatto 3 mesi dopo e la mia ragazza per fortuna era già di questo comune). Mi sono arrivati 2 giorni fa due avvisi da parte dell’agenzia delle entrate per il pagamento della differenza tra l’aliquote agevolate usufruite e quelle che normali più le relative sanzioni, in quanto non potevo più usufruire dalle aliquote agevolate non avendo spostato la residenza per tempo.
    Ora chiedo:
    – posso trovarmi d’accordo con l’applicazione della sanzione e il pagamento della differenza per quanto riguarda l’atto di acquisto (in effetti era esplicitato giustamente anche nell’atto), ma per quanto riguarda l’atto di mutuo è corretta l’applicazione della sanzione e del pagamento della differenza tra l’imposta sostitutiva agevolata e quella normale? In definitiva l’atto non era di acquisto, ma di ristrutturazione e oltretutto i termini stabiliti per spostare la residenza entro i 6 mesi dalla fine dei lavori è stata rispettata e la casa è cmq diventata la mia prima casa;
    – sull’atto di mutuo non è riportata la dichiarazione per lo spostamento della residenza come invece riportato sull’atto di acquisto. E’ possibile che sia stato un errore da parte del notaio e poter quindi far rivalsa su di lui?
    – eventualmente ci possono essere dei presupposti per poter fare ricorso?

    Grazie per la cortese risposta


    #18365
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Purtroppo non vedo margine per un ricorso. Ritengo che la contestazione sul mutuo sia relativa al fatto che, indipendentemente dalla sua destinazione, sul mutuo tu abbia beneficiato di imposte agevolate come “prima casa”, che automaticamente non possono essere confermate dal momento che non hai rispettato il requisito dei 18 mesi. La casa, almeno per la tua parte, è a tutti gli effetti una “seconda casa”.

    Diverso è il discorso per le agevolazioni da abitazione principale: se adesso vi hai residenza hai comunque esenzione IMU e possibilità di detrazione degli interessi passivi del mutuo, il cui termine, essendoci stati dei lavori, è quello di stabilire la residenza esattamente nell’immobile entro 2 anni dall’acquisto.


Stai vedendo 2 articoli - dal 1 a 2 (di 2 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.