Acquisto abitazione principale avendone già una che non utilizzo

Home Forum Acquisto (prima) casa Acquisto abitazione principale avendone già una che non utilizzo

Questo argomento contiene 11 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da Esperto Esperto 1 anno, 9 mesi fa.

Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)
  • Autore
    Articoli
  • #16651

    Lia

    Salve, sono proprietaria al 100% di una appartamento in Calabria in cui non risiedo.
    Ora sto comprando con il mio ragazzo un appartamento (prima casa) intestato ad entrambi, che diventerà l’abitazione principale.
    Il mutuo se lo intesta interamente mio padre.
    Vorrei sapere, essendo già proprietaria della precedente casa, io dovrò pagare di più le tasse? perdo eventuali agevolazioni di acquisto? O di imu? O di altro tipo?
    Grazie
    Lia


    #16672
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Cara lia, i tuoi dubbi sono molto generici e ti consiglio una lettura dei nostri approfondimenti per capire un pò meglio le cose basilari, la differenza tra prima casa e abitazione principale, i requisiti prima casa, ecc.

    Orientativamente per il tuo caso posso dirti che se la casa che già possiedi è stata acquistata con agevolazioni prima casa, non potrai beneficiarne nuovamente. Se invece è una “seconda casa” oppure se è stata ottenuta per successione o donazione, potrai beneficiare delle agevolazioni prima casa per un immobile sito in un altro comune.
    L’IMU la si paga agevolata solo sull’immobile in cui si risiede.

    #17456

    giovanni battista murru

    Salve,
    sono proprietario di una casa in cui non vivo perche e stata affidata alla mia ex moglie dal tribunale avendo dei figli minori.
    Vorrei chiedere se posso avere il mutuo prima casa acquistandone una in un comune diverso da quello in cui possiedo la casa?
    saluti
    Giovanni

    #17458
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Giovanni: se la casa data in affido alla ex-moglie era stata acquistata con le agevolazioni prima casa, purtroppo non potrai riaverle per un altro acquisto a meno che tu non alieni tale proprietà.
    Nota che il grosso delle agevolazioni si hanno per le imposte in fase di acquisto, mentre la differenza tra un mutuo “prima casa” e “seconda casa” non è così marcata, soprattutto per quanto riguarda lo spread mediamente applicato dalle banche.

    #17473

    Domenico

    Salve, una decina di anni fa mia mamma mi ha donato la sua casa materna, dove ho trasferito la residenza, con le agevolazioni di prima casa.
    Ora con la mia fidanzata vorremmo acquistare una casa in un altro comune; lei non ha mai acquistato prime case (vive con i genitori).
    E’ possibile cointestarla mantenendo le agevolazioni della prima casa (almeno, per la quota della mia ragazza)?
    Secondo lei, è possibile che la mia ragazza ottenga un mutuo inpdap per prima casa, almeno per la sua quota (in definitiva, pur cointestandola, per lei resta sempre una “prima casa”)?
    Grazie.

    #17477
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Domenico: essendo la tua prima casa ottenuta per successione, ed essendo la nuova casa in un altro comune, puoi acquistare anche tu con le agevolazioni prima casa! E’ l’unico caso in cui si possono avere due volte!

    Non ci saranno problemi neanche per il mutuo.

    #17483

    Alessandra

    Buona sera, scrivo per avere alcuni chiarimenti:
    il mio ragazzo è proprietario di una casa in Valle d’Aosta acquistata con agevolazione prima casa nel 2003.
    La nostra vita si svolge a Genova, ove ora vorremmo acquistare una casa usufruendo nuovamente delle agevolazioni. Siamo consapevoli del fatto che lui personalmente non potrebbe più utilizzare tale agevolazioni, per questo motivo siamo intenzionati a intestare la casa a me, mentre lui pagherebbe il mutuo.
    -La domanda è può lui successivamente detrarre gli oneri passivi del mutuo dal 730 anche se non è intestatario dell’immobile?
    Ho letto che lui dovrebbe intestarsi almeno l’1% della casa, ma non capisco se anche a questo punto varrebbe l’agevolazione prima casa essendo proprietario esclusivo di quella in Valle d’Aosta.
    Grazie in anticipo Alessandra

    #17489
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Alessandra: in effetti la detrazione in caso di comproprietà spetta in ragione della percentuale di cointestazione del mutuo, non dell’immobile, quindi in caso di un mutuo interamente sostenuto dal tuo compagno su una casa di cui è proprietario solo al 1% potrebbe in effetti detrarre tutti gli interessi passivi, fermo restando il requisito che vi dovrebbe prendere residenza entro un anno dall’acquisto.

    il problema semmai è verificare se la banca acconsente a rilasciare un mutuo in questa configurazione.

    #17497

    Alessandra

    La ringrazio per la celere risposta!
    Mi è di grande aiuto… però probabilmente sorge un problema, è obbligatorio prendere la residenza a Genova? Poichè risulta già residente in Valle D’Aosta, non è possibile solo prendere il domicilio?
    Oppure è vincolante per ottenere le agevolazioni prima casa?
    In questo caso avrebbe qualche consiglio utile da darmi?
    Potrei figurare io in parte come cointestataria nell’atto di mutuo per evitare che lui prenda la residenza a Genova? Perchè in questo caso, togliendo la residenza in Valle d’Aosta quest’ultima risulterebbe seconda casa, o no?
    Che confusione!

    #17508
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Alessandra: è obbligatorio prendere la residenza nell’immobile di cui si vuole beneficiare della detrazione degli interessi passivi del mutuo perché questa deve essere la sua abitazione principale, e come tale sarà l’unica a beneficiare di IMU agevolata (quella detta “prima casa”).

    L’abitazione di Val d’Aosta perderebbe sia IMU agevolata che la detrazione degli interessi passivi del mutuo, se vi è ancora attivo un mutuo.

    #19069

    simone

    Ripropongo un caso già posto, solo per verifica che non sia intervenuto qualche cambiamento normativo. Ho nuda proprietà di un immobile ( e vi risiedo) nel comune A. Per tale acquisto ho fruito delle agevolazioni prima casa e della detrazione interessi passivi sul mutuo collegato (gli usufruttuari sono i miei genitori). Acquistando ora con la mia compagna un immobile nel comune B (nel quale sposteremo residenza) ed intestando il mutuo interamente a me e l’immobile 99% a lei e 1% a me, potrò detrarre gli interessi passivi interamente? L’imposta sul mutuo sarebbe al 2% anziché 0,25%, è corretto? (la banca mi da l’ok in questa configurazione). L’a.e. Offre qualche esempio da tenere nel cassetto per convincere notai e caf che mi dicono il contrario?

    #19080
    Esperto

    Esperto

    Amministratore del forum

    Simone: dato che sei tu a sostenere in toto le spese del mutuo, che infatti è interamente a te intestato, a mio giudizio puoi detrarre il 100% degli interessi passivi, ovviamente spostando la residenza nell’immobile entro 1 anno. A mio parere non ci sono problemi neanche per avere l’agevolazione prima casa, dato che la richiederà la tua compagna (tu non puoi richiederla).


Stai vedendo 12 articoli - dal 1 a 12 (di 12 totali)

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.