Abitazione principale per militare

Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 46 totali)
  • Autore
    Post
  • #4802
    EspertoEsperto
    Amministratore del forum

    Nicola: il conteggio corretto è 5 mesi come seconda casa e 7 mesi come abitazione principale (con detrazioni in proporzione di 7/12, da dividere per due per l’acconto.

    #7078
    AvatarManuele
    Ospite

    Ciao io sto ricevendo in successione la casa di mia madre. La successione ancora non è stata fatta, ma devo pagare l IMU sull’ immobile che ancora non risulta intestato a me. Essendo io militare e avendo la residenza in caserma, come posso farete non pagare IMU come seconda casa?

    #7268
    EspertoEsperto
    Amministratore del forum

    Manuele: purtroppo, se non vi prendi residenza, non c’è modo di pagare IMU agevolata su questo immobile.

    #7831
    AvatarSergio
    Ospite

    Salve, sono un Comandantete di Stazione dei CC e, come tale, ho l’obbligo di occupare l’alloggio di servizio. Il comune, diverso dal mio luogo di residenza, mi richiede il pagamento Ici, dall’anno 2007, dell’unica casa che possiedo. È normale che debba pagare Ici, imu e quant’altro ? Grazie

    #7942
    EspertoEsperto
    Amministratore del forum

    Sergio: purtroppo non esiste eccezione alle regole dell’IMU per gli appartenenti alle forze armate residenti altrove per motivi di lavoro: pagherai dunque come se fosse una seconda casa! Per quanto riguarda il trascorso dell’ICI, devi invece consultare cosa dice in merito il tuo regolamento comunale.

    #7841
    Avatarleonardo
    Ospite

    buona sera volevo proporvi un quesito :
    sono un militare ed ho la residenza anagrafica in un Comune della provincia di Bologna dove nell’anno 2011 ho comprato, in comunione a mia moglie un appartamento.
    Posseggo inoltre nel Comune della provincia di Taranto un’altra abitazione donatami dai miei genitori. Chiedo per cui in merito alla tassa IMU ed essendo un miliare se potevo beneficiare per entrambe le case dell’ aliquota 1° casa….!!!

    #7964
    EspertoEsperto
    Amministratore del forum

    Leonardo: no, l’aliquota agevolata si applica ad 1 solo immobile, che nel tuo caso sarà quello dove vive tua moglie.

    #7966
    AvatarPierfranco
    Ospite

    Leggendo questa discussione (correggetemi se sbaglio) ho per fortuna capito che, per i militari residenti nel comune di servizio e con immobile di proprietà altrove, si può detrarre il mutuo prima casa anche senza cambiare residenza, il vantaggio del cambio residenza sarebbe solo nel pagare l’IMU come prima casa invece che seconda.
    Ma a me serviva lasciare la residenza dov’è per pagare molto meno l’assicurazione auto… ;)
    Avendo fatto il rogito il 30 agosto entro quando e come dovrò pagare l’ IMU seconda casa?
    Poichè la casa in realtà non è ancora libera, anche se gli accordi firmati davanti al notaio erano di 60 giorni, posso pretendere di far pagare la tassa all’ ex proprietario?
    Grazie dell’aiuto

    #8089
    EspertoEsperto
    Amministratore del forum

    Pierfranco: fai attenzione solo al fatto che la residenza va anche giustificata per cui non puoi, ad esempio, lasciare la tua abitazione principale senza consumi sulle utenze (dato che a quanto ho capito in realtà non useresti abitualmente).

    per quanto riguarda l’imu per i mesi senza uso dell’abitazione, avresti titolo di far pagare due mesi all’occupante, ma per evitare problemi io pagherei tutto dal rogito in poi e semmai chiederei un rimborso.
    PS: quando si acquista una casa occupata bisogna sempre tutelarsi, ad esempio lasciando un saldo a garanzia da sbloccare alla consegna delle chiavi.

    #7978
    Avatarfrancesco77
    Ospite

    Sono un militare ed ho la residenza con la mia famiglia in nord Italia, premetto in affitto; la domanda è la seguente: l\’IMU parla di residenza o dimora abituale! ma la differenza qual\’è? faccio questa domanda perchè mia moglie e mia figlia durante l\’anno per circa 7 mesi si trasferiscono nella mia unica casa nel sud ed io faccio il pendolare…come devo considerare il pagamento dell\’IMU dell\’unica casa?
    grazie

    #8109
    EspertoEsperto
    Amministratore del forum

    francesco77. purtroppo pagherai con aliquota ordinaria.

    #8024
    AvatarMarco
    Ospite

    Buongiorno,
    la questione è la medesima. Nel 2004 ho acquistato una casa nel comune di Lecce, dove vi risiedevo con la mia famiglia di origine (con i genitori). Successivamente nel 2010, poichè militare in carriera, ho spostato la residenza nel luogo dove presto servizio (Bologna) dove risiedo anagraficamente con mia moglie in una casa in affitto. Il quesito è il seguente: nell’appartamento di Lecce sono rimasti a vivere i miei genitori (ovviamente a titolo gratuito), non hanno proprietà immobiliari e specifico che tutte le utenze sono intestate a mio padre (ENEL; ACQUA; GAS). Chi deve pagare l’IMU. Può pagarla mio padre come reale utilizzatore dell’immobile? Grazie

    #8209
    EspertoEsperto
    Amministratore del forum

    Marco: purtroppo no, pagherai tu come se fosse una seconda casa.

    #8115
    AvatarSalvo
    Ospite

    Ciao a tutti, anch’io ho una casa di proprietà donatami da mio padre in un comune diverso da dove ho la residenza. Per molteplici ragioni ho la residenza nel comune in cui presto servizio e pago un canone d’affitto.
    Ovviamente la mia casa di proprietà viene considerata seconda casa e la mia rata IMU è insostenibile (circa 700 Euro solo il saldo), per questo motivo dal 2 Gennaio passerò la mia residenza nel comune in cui ho casa di proprietà………. unico modo per pagare di meno!!!

    #8142
    AvatarVittorio
    Ospite

    Buongiorno e grazie per l’opportunità:

    sono un militare con prima (ed unica) casa di proprietà in comune diverso da quello di residenza. Ho letto i precedenti post e consultato rapidamente il legalmente applicabile a questo famoso caso IMU per la nostra categoria, concludendo col fatto che quelli come me – da oggi – hanno una casa in più: quella “immaginaria”. Su ques’ultima l’agevolazione è massima, ma anche massima diventa la tassazione sulla vecchia casa “materiale”, quella pagata per davvero.

    Qualora però nell’anno in corso – con la scadenza di dicembre alle porte – potessi portare la mia residenza di nuovo nel comune dove ho la casa “vera”, riuscirei ad usufruire delle agevolazioni o oramai tutto è perduto?

    Grazie mille,

    v.

    NB. La domanda onesta da porre all’Agenzia delle Entrate, ovvero ai Comuni che cavalcano appieno l’onda del conflitto di interessi, sarebbe non cosa vuol dire “prima casa” ma “seconda”. La risposta sarebbe il tilt.

Stai visualizzando 15 post - dal 16 a 30 (di 46 totali)
  • Devi essere connesso per rispondere a questo topic.