Il piano di ammortamento alla Francese con quota capitale fissa - Pag.3

Ammortamento con quota capitale fissa
Ammortamento con quota capitale fissa: cosa c'è da sapere
Questo articolo ha molti commenti e risposte! Questa e' una sotto-pagina di commenti meno recenti, ma comunque utili da leggere, riferita all'articolo in oggetto: Il piano di ammortamento alla Francese con quota capitale fissa


.

215 commenti

ATTENZIONE! IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E' MOMENTANEAMENTE SOSPESO, NON E' POSSIBILE INSERIRE COMMENTI.
  1. admin
    admin

    Francesco: rata iniziale 1.554 euro, rata massima 2.050 euro circa.
    Ottimi CAP e Spread, molto bassi!!

  2. Avatar
    Francesco

    Buona Sera,
    sto valutando una surroga per passare ad un mutuo Domus Block di INTESA SANPAOLO alle seguenti condizioni:
    Capitale 234000
    Durata 15 anni
    Spread 1,6
    Cap 5,0
    rate mensili
    potete cortesemente indicarmi la rata iniziale e la massima?
    Grazie
    Francesco

  3. admin
    admin

    Alessandro: ipotizzando il tasso attuale a 1 mese pari a 0,85% viene:
    1o caso: rata iniziale 542 euro, massima 750 euro circa
    2o caso: rata iniziale: 674 euro, massima 885 euro circa

  4. Avatar
    Alessandro

    Salve vorrei chiedere un Mutuo Domus Block a Cassa di risparmio di Firenze,
    Capitale 100,000 euro
    Spread 1,9%
    Durata 20 anni
    Mensile
    CAP 5,3%

    oppure stesso capitale

    Durata 15 anni
    Spread 1,8%
    CAP 5,2%
    Mensile

    Per cortesia potete scrivermi rata massima ed attuale per le 2 possibilita

    grazie
    Alesandro

  5. admin
    admin

    Massimo: non ti preoccupare, significa che la rata massima ha quell’importo soltanto nel caso teorico in cui i tassi vadano sopra al cap fin dalla prima rata… il che è un’ipotesi non realizzabile attualmente. In pratica, se i tassi andranno al massimo anche tra 1 o 2 anni, la tua rata massima sarà inferiore a quella max indicata, che costituisce quindi un “massimo teorico”.

  6. Avatar
    Massimo

    Ringrazio per il riscontro ed aggiorno il mio post dell’8 Ottobre scorso con la seguente risposta da parte della mia Banca:

    “Nella rinegoziazione si prende il capitale residuo (oltre ad eventuali dietimi di interesse maturati fino a quel giorno) e si rifà il piano di ammortamento, come se si ripartisse da un nuovo mutuo di quell’importo (infatti il numero di mutuo cambia, perchè tecnicamente vengono inseriti nuovi parametri per calcolare la rata, a seconda del tipo di mutuo scelto).
    Dunque: in caso di mutuo con CAP il piano di ammortamento è già definito per la quota capitale, che risulta crescente e varia di un minimo di mese in mese. Questo piano è personalizzato e viene fornito all’atto della rinegoziazione”

    L’istituto mi ha poi inoltrato il seguente preventivo per rinegoziare:
    IMPORTO: Euro 95.912,20
    DURATA: 20 anni
    BLOCK metà durata spread 1,8 (cap 5,20): rata: 502 – rata max 643
    BLOCK durata intera spread 1,9 (cap 5,30): rata: 510 – rata max 648

    Tale preventivo mi sembra anche buono in chiave di rinegoziazione ma la Banca in conclusione aggiunge che:

    “Ovviamente la rata massima è quella applicabile sul massimo residuo, significa che, appena fatta la rinegoziazione, i tassi schizzano all’improvviso e raggiungono o superano il tetto previsto.”

    Quest’ultima considerazione mi lascia un pò così…
    Che significa?
    Ringrazio…

  7. admin
    admin

    Giuliana: calcolato con euribor di oggi pari a 0,76% 1 mese, viene rata iniziale di 1200 euro circa, massima di 1950

    Massimo: devi chiedere se il mutuo ha quote capitale fisse oppure ricalcolate ogni mese, sulla base del tasso.
    Con i dati indicati, ti confermo rata iniziale di 512 euro e massima teorica di 730 euro.
    La convenienza dipende da come si evolveranno i tassi… ma dato che il tuo fisso ha un tasso di poco minore del cap proposto, potrebbe essere conveniente la rinegoziazione per sfruttare i momenti di tassi bassi.

  8. Avatar
    Massimo

    Espongo la mia situazione. Ho stipulato un fisso nel 2007 con i seguenti parametri:

    » Istituto: Ca.Ri.Ve.
    » Importo del mutuo: 104.000
    » Durata del mutuo: 25
    » Frequenza delle rate: mensile
    » Tasso fisso: 5,11
    » Spread: 0,80
    » Rata mensile: 615 euro

    Attualmente sto trattando una rinegoziazione per passare dal fisso al variabile CAP con la seguente offerta della medesima banca:

    » Importo del mutuo attuale: 96.000
    » Durata del mutuo: 20
    » Frequenza delle rate: mensile
    » Spread: 1,9
    » CAP: 5,3
    » Floor: non presente
    » Tasso di riferimento: euribor 1 mese = 0,621% per Ottobre
    » Rata mensile: 512,44

    Quesiti:
    1-E’ in linea di massima conveniente?
    2-Che rata massima rischio di raggiungere con questa percentuale di CAP?
    3-Relativamente alle quote capitale, cosa devo chiedere all’istituto sul come viene ricalcolato il piano di ammortamento?
    Ringrazio!!!
    Massimo

  9. Avatar
    Giuliana

    Salve

    il mutuo che mi offre INTESA è Domus Block cap

    300000 per 30 anni cap 5,5 spread 1,8% euribor 1mese rate mensili posticipate

    mi aiutate a capire quale importo massimo di rata potrei avere nel corso dei 30 anni?

    Giuliana

  10. admin
    admin

    Simone, ai tuoi dati per Domus Block mi corrispondono rate diverse: iniziale 610 euro, massima 825 euro.
    La convenienza tra l’uno e l’altro non è facile da dire, in quanto il tasso del tuo fisso è più basso del cap… per cui la scelta potrebbe essere vantaggiosa o svantaggiosa a seconda dell’andamento dei tassi nei prossimi anni (non chiedeteci previsioni!!).

  11. Avatar
    Simone

    Buongiorno, vorrei sapere se è conveniente la seguente operazione: attualmente mutuo unicredit:
    tasso fisso 5.15
    importo iniziale 100.000,00
    durata 20 anni
    rata mensile 667,00€ stipulato nel 2007.
    Mi hanno proprosto Intesa Domus Block
    capitale residuo 90.000,00
    durata 15 anni
    rata iniziale 586,00€
    rata massima 740,00€
    tetto massimo tasso 5.60
    spread 2.10
    Vorrei sapere anche se fosse possibile il tipo di ammortamento che intesa applica in quanto la dipendente non era troppo sicura di cio’ che diceva.
    Vi ringrazio anticitamente.

  12. admin
    admin

    Stefano: significa che il tuo tasso di riferimento è euribor 3 mesi, quindi un poco più alto del euribor a 1 mese. Attualmente 0,62 1 mese contro 0,88 3 mesi.

    Redon: purtroppo le banche fanno un po quello che vogliono, ma di solito si risce a “bloccare” una certa offerta per un certo periodo…. ed è strano che non ti fissino il cap fin da adesso. Chiarisci bene questo aspetto prima di sottoscrivere il mutuo e pretendi che il cap sia prestabilito.

  13. Avatar
    ReDoN

    Salve, domandona la carisbo mi sta facendo la delibera per il domus block di 175.000€ a 20€ con cap 5.30. Oggi chiamo in banca e mi dicono che a dicembre visto che il tasso e variabile tutto potrebbe cambiare anche il CAP!!! Come è possibile che cambi il CAP visto che noi abbiamo accettato questa offerta valida solo nel mese di settembre principalmente per questo motivo!!! E’ possibile una cosa del genere???

    Grazie mille!

  14. Avatar
    Stefano

    Ti ringrazio per la cortese e pronta risposta. Vorrei sottoporti un’ altro piccolo quesito. Nel foglio che mi ha spedito la mia banca per l’eventuale rinegoziazione del mutuo dal fisso al variabile con cap c’è una dicitura che non ho ben compreso. Te la riporto testualmente:
    ” A partire dalla data di esecuzione della presente richiesta il nuovo tasso mensile sarà pari a un dodicesimo del saggio di interesse nominale annuo determinato in base alla media mensile del tasso EURIBOR 3 mesi divisore 365, rilevato dalla Federazione Bancaria Europea e diffuso sui principali quotidiani economici e circuiti di informazione economica (reuters), media riferita al primo dei sue mesi solari antecedenti la scadenza di ciascuna rata ed aumentata di 1.90 punti spread. La banca, ferma ogni altra condizione contrattuale, applicherà comunque per detti periodi un tasso mensile non superiore a un dodicesimo del saggio di interesse del 5.50%”
    Questa che ti ho scritto è la clausola “incriminata”. Cosa intendono esattamente? A quanto ammonterebbe per esempio il tasso per questo mese calcolando che l’euribor 3 mesi è fissato a 0.88%? Grazie

  15. admin
    admin

    Stefano, i tuoi calcoli sono giusti e adesso ti spiego perchè. Predeterminando l’ammortamento con un euribor basso, hai nelle rate una quota capitale più alta rispetto al calcolo fatto con un euribor più alto, dove invece sarebbe maggiore la quota interessi.
    Al raggiungimento del cap, la quota interessi sarebbe uguale in entrambi i casi, ma nel caso della predeterminazione con un euribor basso, dovresti sommare una quota capitale più alta.
    La differenza tra le due rate è quindi esclusivamente capitale.
    C’è da notare un’altra cosa. La rata massima è massima per 1 sola rata… le successive, anche se il tasso si mantiene sempre al cap, tendono a diminuire in quanto diminiusce il capitale da rimborsare, e in tal caso diminiusce più velocemente l’ammortamento predeterminato con tasso iniziale basso.
    Seconda faccenda: solitamente il tipo di euribor di riferimento è legato alla cadenza delle rate, ma non sempre… informati su questo aspetto sul foglio informativo del mutuo!

  16. Avatar
    Stefano

    Titolare di mutuo fisso, tasso 5.37 debito iniziale 110000 (rimanente 101800) rata mensile 666.98. Sto optando per un variabile con cap, ma non ho ben compreso alcuni piccoli dettagli. Ho scaricato il file exel che mi permette di calcolare la rata minima e max in base ai vari andamenti dell’euribor, inserendo i valori del cap – rate, spread e debito rimanente. Ho notato che aumentando il valore dell’euribor, lasciando invariati i valori del debito resid. delle rate rimanenti, del cap e dello spread, la rata max tende a diminuire. Esempio:
    1° Esempio * Debito 101800 – cap 5.50 – euribor 3 mesi 0.88% – spread 1.90 (tasso complessivo 2.78) – rate rimanenti 257: risultato rata minima 530 circa e rata max 765 circa.
    2° Esempio * Debito 101800 – cap 5.50 – euribor 3 mesi 2% (dato presunto) – spread 1.90 (tasso complessivo 3.90)- rate rimanenti 257: risultato rata minima 593 circa e rata max 730 circa.
    Come si evince la rata minima è aumentata (in ragione dell’aumento del tasso). Perchè però la rata max è diminuita? non sarebbe dovuta aumentare anch’essa. Forse perchè aumentando la quota interessi e dimuniendo la quota capitale di conseguenza la rata max tende a diminuire. E’ giustoil ragionamento?
    Ulteriore domanda. Stipula euribor a 3 mesi la rata verrebbe a modificarsi ogni 3 mesi?
    Scusa se mi sono prolungato, ma non riesco a comprendere bene il perchè di questa diminuzione della rata max. Grazie

  17. admin
    admin

    Erminia:
    Rata iniziale all’euribor di oggi: 793 euro
    Rata massima teorica: 1198 euro
    A queste rate va sommato il costo della polizza vita… ma penso che la convenienza ci sia, perchè anche in caso di raggiungimento del CAP, il tuo tasso rimarrebbe sempre al di sotto del tuo tasso attuale!!
    Unico problema, una rata massima più alta, ricordai però che è teorica e che alla fine dei 25 anni, con il mutuo con CAP avrai pagato in totale, di meno rispetto al mutuo a tasso fisso.

  18. Avatar
    Erminia

    Salve,
    vorrei surrogare il mio mutuo UNICREDIT (tasso fisso 5,95 – rata 1073) e sto valutando il mutuo DOMUS BLOCK INTESA con piano di ammortamento “predeterminato per le quote di capitale e diversificato sulla base della durata del mutuo”. Potreste aiutarmi a capire quale sarebbe l’effettiva rata massima? La mia situazione attuale è:
    Capitale residuo 174.500,00
    Durata 25 anni
    Spread 2,00%
    CAP 5,40%
    Considerando che per stipulare il mutuo richiedono la sottoscrizione della polizza vita (costo totale 9555,00 – costo mensile 77,00) secondo voi mi conviene?
    Grazie

  19. admin
    admin

    Redon, “predeterminato” per le quote di capitale” significa che un tipo di ammortamento proprio come quello oggetto di questo articolo, è la seconda parte che è più misteriosa, ma posso ipotizzare che al vartiare della durata del mutuo variano alcuni parametri come spread e CAP.
    Quello che mi dici sulla tua direttrice di banca conferma la superficialità di molti, troppi addetti… lei ha sicuramemte ricalcolato le quote secondo un ammortamento standard, sbagliando…. ma è mai possibile che ne sappiamo di più noi da qui che loro che ci lavorano da mattina a sera?!?!

  20. Avatar
    ReDoN

    Salve, i dati sono quelli che ha scritto “Chiara” solo che il piano di ammortamento è di tipo “Predeterminato per le quote di capitale e diversificato sulla base della durata del mutuo”. Infatti secondo i nostri calcoli la rata max dovrebbe essere uguale a quella calcolata da lei cioè 1.334euro, ma la direttrice della banca ci ha assicurato che non paghiamo più di circa 1.184euro e noi ci chiediamo come è possibile? Che calcolo ha fatto?

    Grazie

  21. admin
    admin

    Redon: premesso che non basta una formula ma occorre un foglio di calcolo, direi che per questo tipo di ammortamento forse serve qualche dato in più per capire meglio di come funziona

    Chiara: iniziale all’euribor di oggi pari a 0,62% rata di 929 euro, massima teorica di 1.334 euro

  22. Avatar
    Chiara

    Ciao,
    mi sono informata per il mutuo Domus Block della Carisbo – Intesa San Paolo.
    Mutuo 175000€
    Anni 20
    Spread 1,90
    EURIBOR 1 mese
    CAP 5,30
    Quanto verrebbe la rata attuale e la massima?
    Grazie

  23. Avatar
    ReDoN

    Salve vorrei sapere la formula utilizzata per calcolare la max rata per un mutuo con un piano di ammortamento di questo tipo : “Predeterminato per le quote di capitale e diversificato sulla base della durata del mutuo”.

    Grazie mille

  24. admin
    admin

    Piero, al tasso odierno la tua rata sarebbe di 690 euro, con rata massima al raggiungimento del CAP di 1.175 euro.
    Una estinzione èiù veloce del capitale ti permette di abbassare rata per rata la quota capitale più velocemente rispetto all’ammortamento standard: la durata rimane la stessa, e le rate diminuiscono. Alla fine, avrai pagato una quantità monire di interessi, ma sostenendo alcune rate più elevate.

    Per quanto riguarda il mutuo BHW, vediamo di approfondirlo prossimamente, ma di primo approccio, non mi piacciono i mutui dove all’inizio si versano solo interessi… meno che mai in questa situazione di tassi bassi dove invece sarebbe possibile rimborsare fin da subito un bel pò di capitale!

  25. Avatar
    Piero

    OK,
    ricevuto per la comunicazione dei calcoli a fine settimana.
    Vorrei segnalare, a questo punto, anche le proposte di BHW. Offrono un mutuo a tasso fisso molto articolato, completamente diverso dai soliti (1^ e 2^ fase con due tassi diversi e con il pagamento del capitale solo nella 2^ fase).
    Sembrerebbe conveniente ma non capisco dov’è l’inghippo.
    Avete avuto modo di valutarlo?
    C’è anche TELEMUTUO che, a parità di condizioni di cui al precedente post, mi propone una rata fissa di 827 €, probabilmente con una banca del gruppo UBI.
    in attesa di delucidazioni

  26. admin
    admin

    Salve Piero, abbiamo ricevuto la sua richiesta. Per un problema tecnico al momento non possiamo effettuare i calcoli, le risponderò verso fine di questa settimana (vale anche per altre richieste in questi giorni!

  27. Avatar
    Piero GRASSI

    Buonasera,
    sto valutando la proposta di webank (variabile con CAP al 5 % – BCE).
    ho scoperto che il loro ammortamento dovrebbe essere alla francese (come riportato sui fogli informativi), ma con quota capitale fissa.
    Mi servirebbe sapere cortesemente a quanto ammonterebbe la rata massima:

    – SPREAD 1,65 (SE STIPULO L’ASSICURAZIONE VITA)
    – INDICIZZATO BCE
    – DURATA 30 ANNI
    – IMPORTO 180.000 €
    – PERIODICITA’ MENSILE
    – CAP 5,5

    Ho letto il vostro articolo e altri pubblicati sul web ma non riesco a capire qualcosa. Innanzitutto il piano di ammortamento che riporta mutuionline syl mutuo webank porta una rata sempre uguale (sembrerebbe un francese classico)-
    In caso di rialzo del tasso BCE a cosa andrei precisamente incontro?
    Leggo da qualche parte che la rata aumenterebbe di molto rispetto ad un ammortamento francese classico ma comporterebbe un’estinzione più rapida del capitale (varierebbe la durata?). Poi, leggo anche che con questo metodo le rate dovrebbero, a parità di condizioni, diminuire col tempo.
    Cosa significa precisamente?
    Come mai le banche stanno adottando questo tipo di ammortamento?
    Assumendo che dovrei avere una rata iniziale di 730 €, cosa mi potrebbe accadere nei primi anni?
    Il tasso BCE in quale misura potrebbe variare? Cosa dovrei aspettarmi?
    ringrazio cordialmente quanti vorranno darmi indicazioni
    Piero GRASSI

  28. Avatar
    Giovanni

    Ciao, il gran mutuo cambio scelta mi sembra un buon mutuo, con la possibilità di cambiare a costo 0 ogni 2 anni. Tuttavia una cosa non mi è chiara (motivo per il quale andrò di certo nuovamente in Cariparma per delucidazioni): l’esercizio dell’opzione (se passare da variabile a fisso e viceversa) è facoltativo, ma nell’ipotesi che io ad un certo punto della vita del mutuo abbia scelto il tasso fisso, e dopo i due anni (e magari successivi) non voglia più cambiarlo, il mio tasso fisso viene calcolato sul nuovo IRS o sul vecchio (a parità di spread)?
    Spero di essere stato chiaro: il concetto è che non vorrei trovarmi a dovere scegliere un tasso fisso che però, essendo ricalcolato ogni due anni, nion sia più conveniente come quello che in ogni caso c’è ora.
    Ciao e grazie.

  29. admin
    admin

    Giovanni, sul sito Cariparma non abbiamo trovato notizie su questo mutuo, può darsi che abbia cambiato nome in Gran Mutuo Cambio Scelta. Le offerte a tasso variabile di Cariparma sembrano comunque avere un piano di ammortamento alla Francese normale. La offerta che ti hanno fatto ha degli spread invitanti, ma ti rimane comunque il rischio di un tasso variabile senza tetto.

  30. Avatar
    Giovanni

    Ciao, sto valutando una soluzione differente: mutuo Cariparma online variabile con opzione.
    Importo: 152.000 euro
    Durata: 25 anni
    Rata: mensile
    Spread: 1.25%
    Posso sfruttare la convenienza del tasso variabile (con uno spread inferiore rispetto al varibile col CAP) e optare una volta sola durante il mutuo per il tasso fisso calcolato con l’IRS + spread 1.30%.
    Mi sembra una buona soluzione, ma non ho chiaro come sono le rate del piano di ammortamento e se ci sono fattori importanti che non sto valutando. Sarebbe un buon mutuo?

  31. admin
    admin

    Thomas, non c’è una regola precisa, ogni banca sceglie il piano di ammortamento che preferisce per le proprie proposte. Come puoi leggere nell’articolo, il piano a quote non ricalcolate permette, in caso di aumento dei tassi, di rimborsare più capitale pagando, alla fine, meno interessi, a scapito però della rata massima che può risultare più alta di un mutuo con rate ricalcolate.

  32. Avatar
    Thomas

    Salve.
    Sto valutando una surroga per il mio mutuo.
    Nel caso di CAP. Meglio a rate con quote capitale ricalcolate o fisse?
    Ho visto che MPS le ha fisse.
    IW bank ricalcolate.
    Non ho capito a parità di capitale cosa sia più conveniente.

    Nei casi senza CAP vengono sempre ricalcolate mensilmente?
    Grazie

  33. admin
    admin

    Eric: rata massima 1341 euro, iniziale 970 euro.
    La proposta è nella media del mercato attuale, direi che puoi trovare di meglio solo con promozioni speciali

  34. Avatar
    Eric

    Ciao. SOlita noiosa domanda: qual’è la rata massima con Intesa Domus Block per un mutuo come segue?
    Importo: 146000
    Durata: 15 anni
    Rate: mensile
    Spread: 1.8 – Euribor 1 mese
    CAP: 5.5
    C’è qualche altra proposta più interessante – per surroga – di altre banche, ad es. con quota capitale non fissata?
    Grazie

  35. admin
    admin

    Antonella, nell’immediato (e anche per i prossimi 2 anni), sicuramente si, ma è impossibile fare una previsione a lungo termine. Per assurdo, i tassi tra 10 anni potrebbero essere al 10% per cui il tuo mutuo fisso attuale sarebbe un ottimo mutuo!! Io ti consiglio di trovare un mutuo con CAP che tu possa stipulare, ormai è un prodotto che hanno tutte le banche!

  36. Avatar
    antonella

    Allo stato attuale è consigliabile rinegoziare il mutuo a tasso fisso con un mutuo a tasso variabile puro? Grazie

  37. admin
    admin

    Antonella: le leggi attuali permettono di rinegoziare senza problemi i mutui, ma bisogna prestare attenzione. Se i tassi dovessero, nei prossimi anni, salire troppo, sarà si possibile trasformare un mutuo a tasso variabile in uno a tasso fisso, ma questo tasso fisso sarà di certo ben più alto di quello che avresti adesso. Una rinegoziazione potrebbe quindi risolvere il problema di una rata troppo alta, ma allungherebbe la durata del mutuo.

  38. Avatar
    antonella

    Salve, avrei dovuto rinegoziare il mio mutuo a tasso fisso 5.90% per 30 anni con un mutuo a tasso variabile con CAP ma Intesa San Paolo ha dato parere negativo in quanto l’importo eccedeva l’80% del prestito. In alternativa mi è stato proposto un tasso variabile “puro”. Che fare? Se accettassi il tasso variabile potrei in futuro rinegoziarlo nuovamente con un mutuo a tasso fisso nel caso la rata fosse troppo alta? Grazie

  39. admin
    admin

    Luca, abbiamo faticato non poco a leggere la nota di trasparenza di Barclays, senza riuscire ad avere informazioni precise sul piano di ammortamento per il loro mutuo con CAP. Non sembrano tuttavia previsti poer nessun tipo di mutuo i piani alla francese con quota capitale fissa, per cui IPOTIZZIAMO che l’ammortamento sia normale alla francese.
    In tal caso, la rata massima è pari a quella di un mutuo a tasso fisso al 5,5% che è di 681 euro

  40. Avatar
    luca

    salve dovrei stipulare a breve con Mutuo Barclays con CAP importo 120.000 in 30 anni mi dite cortesemente se anche questo mutuo come quello MPS prevede un piano di ammortamento con quota capitale fissa? se possibile mi dite la mia rata max? grazie

  41. admin
    admin

    Vedo che Domus Block sta interessando molti di voi!

    Vincenzo: come detto nella mia precedente, anche se il prospetto non è del tutto chiaro, il Domus Block dovrebbe avere le quote capitale fisse. Nel suo caso, con il tasso odierno a 1 mese pari a 0,60% rata iniziale 670 euro, massima 926 euro. Buoni i suoi valori di cap e spread.

    Fabio: concordo che il prospetto non è chiaro, io rimango per la mia interpretazione, di certo è grave che l’addetto della banca non sappia dare questa informazione!

    Antonella: rata iniziale 527 euro, massima 841 euro. Se attualmente deve pagare 790 euro per altri 30 anni, conviene il passaggio.

  42. Avatar
    antonella

    Vorrei conoscere l’importo minimo e massimo della rata:

    domus block intesa
    capitale 130000
    spread 2.10 euribor 1 mese
    CAP 5,60
    anni 30

    Vorrei sapere inoltre se potrebbe verificarsi l’ipotesi di pagare una rata più alta rispetto a quella che paghiamo adesso con tasso fisso di 790 euro io non sono molto convinta della convenienza……..

  43. Avatar
    Fabio

    Ho un dubbio sul Mutuo domus block di intesa san paolo, nei precedenti post mi avete detto che in caso di estinzione parziale si accorcia la durata del mutuo ma non si abbassa la rata, oggi sono andato in filiale e dopo un ora di controlli da parte del dipendente non ha trovato nulla al riguardo sul foglio informativo. Ha contattato la filiale di genova che ha affermato che in questo caso si riduce la rata e non la durata del mutuo. Essendo un punto decisivo per la mia scelta come devo comportarmi? Visto che sul foglio informativo del mutuo non è contemplato questo caso non vorrei che stipulando questo tipo di mutuo tra qualche anno con un estinzione parziale mi potrei ritrovare un accorciamento della durata del mutuo anzichè una riduzione della rata

  44. Avatar
    Vincenzo

    Salve, anche io sono andato da Intesa San Paolo, ma non mi hanno saputo dire quale fosse la rata massima che avrei affrontato nel peggiore dei casi. Anzi, in realtà mi avevano assicurato che la rata massima che avrei affrontato sarebbe stata quella calcolata con il tetto massimo ad oggi. Dopo mie obiezioni hanno detto che per il momento non sono in grado di dirmi quanto sarà.
    Cmq, prodotto Domus Block con cap al 5,30.
    Spread 1,70
    Importo: 102000. Durata 15 anni – Mensile
    Potrei sapere quale potrebbe essere la rata nel caso peggiore e se lei conosce il prodotto è a quote capitale fisse o quote capitale ricalcolate?

  45. admin
    admin

    Luca, sui fogli informativi di Intesa San Paolo, peraltro non facili da trovare sul sito, leggiamo che questo mutuo con CAp ha un ammortamento
    “Predeterminato per le quote di capitale e diversificato sulla base della durata del mutuo”
    Questa frase non è del tutto chiara, ma potrebbe significare ammortamento alla francese con quote capitale fisse. Sul perchè aumenti la rata non so rispondere, perchè non dovrebbe farlo!

  46. Avatar
    Luca

    Domanda generale: come mai nel di piano di ammortamento di un mutuo domus block Intesa San Paolo l’importo della rata aumenta progressivamente? E’ forse un’effetto della predeterminazione delle quote capitale? Se sì, è possibile capire almeno intuitivamente perchè succede?

  47. admin
    admin

    Madik: rata iniziale al tasso odierno 736 euro, massima 1.197 euro. La covenienza come dicevamo di questo ammortamento sta nella più rapida restituzione del capitale, a fronte di una rata teorica massima più alta.

  48. Avatar
    madik80

    Importo del mutuo 179.600euro
    Durata del mutuo 28 anni
    Frequenza delle rate mensile
    Spread 1,9
    CAP 5,50

    Mi date il piano di ammortamento ed una valutrazione sulla convenienza rispetto al piano di ammortamento alla Francese classico?

    Grazie

  49. Avatar
    Aiva

    La differenza sta nell’importo della rata massima, con quote capitali fisse l’importo della rata raggiunto il CAP è di molto superiore a quello con quote capitale rivalutate.

  50. admin
    admin

    Aiva: cosa non ti piace di questo tipo di ammortamento?