Il piano di ammortamento alla Francese con quota capitale fissa - Pag.2

Ammortamento con quota capitale fissa
Ammortamento con quota capitale fissa
Questo articolo ha molti commenti e risposte! Questa e' una sotto-pagina di commenti meno recenti, ma comunque utili da leggere, riferita all'articolo in oggetto: Il piano di ammortamento alla Francese con quota capitale fissa


.

215 commenti

ATTENZIONE! IL SERVIZIO DI ASSISTENZA E' MOMENTANEAMENTE SOSPESO, NON E' POSSIBILE INSERIRE COMMENTI.
  1. Avatar
    riccardo

    buonasera, gradirei avere un opinione riguardo il piano di ammortamento più adatto alle mie esigenze: 70000 con durata 15-20 anni e relativa facilità di eseguire rimborsi parziali in caso di forte aumento dei tassi.
    Mi pare di aver letto che nel caso di possibilità di estinguere parzialmente
    il piano a capitale costante sia più indicato del tradizionale francese , anche se non vorrei che si allungasse la durata.
    grazie.

  2. admin
    admin

    Carmine: il difficile al massimo è trovare dove è scritto, poi la dicitura è abbastanza chiara. Sulla convenienza dell’uno o dell’altro ammortamento, ti invito a rileggere bene il nostro articolo, che spiega come funziona. Non esiste uno migliore e uno peggiore, ma uno più adatto e uno meno a seconda delle esigenze.

  3. Avatar
    carmine

    si ma se nn fosse a quota capitale fissa mi converrebbe vero?xke nn sarebbe 630 il max ma 545 vero?ecco perche vorrei saper che piano di ammortamento utilizzano.a proposito nell informativa come dovrebbe essere scritto per entrambi i casi di ammortamento ?vi chiedo questo perche potrebbe essere specificato in modo nn tnto comprensibile .grazie

  4. admin
    admin

    Carmine: come dicevo, puoi verificare sull’informativa che devono consegnarti insieme al preventivo.
    Con i nuovi dati, rata iniziale 373 euro, massima 630.
    La scelta tra questo ed un fisso a 500 euro è molto difficile. Bisognerebbe avere la “sfera di cristallo” per sapere come si evolveranno nel corso degli anni.

  5. Avatar
    carmine

    grazie per il chiarimento volevo saper allora come posso fare per accertarmi che sia a quota capitale fissa o altro.lo posso saper prima di stipularlo.cosa devono presentarmi?
    potete per piacere calcolarmi anche quest altra opzione sempre 95000 30 anni con uno spread del 1.6 e un tetto massimo di 5.6.volevo anche sapere secondo voi cosa mi converrebbe questo mutuo con cap o un fisso al quale mi hanno dato una rata da 500e.io essendo monoreddito vorrei quindi una rata nn troppo elevata,posso quindi averne qualche vantaggio dal varibile con cap?ancora grazie

  6. admin
    admin

    Carmine: rata iniziale 400 euro, massima 610 euro.
    Al momento tutti i mutui CAP che abbiamo analizzato hanno l’ammortamento a quote capitale fisse, ma questo non significa che lo siano sicuramente tutti. Meglio verificare sull’informativa!
    Se fosse a quote ricalcolate, ti confermo che la rata massima corrisponde a quella di un mutuo a tasso fisso al 5,5%, calcolato sul capitale residuo “spalmato” per il numero di rate rimanenti.

  7. Avatar
    carmine

    Ciao il mio importo richiesto e di 95000e in 30 anni con uno spread di 2 % con frequenza mensile e un cap al 5.5%.volevo saper anche se tutte le banche usano per il mutuo variabile con cap un piano di ammortamento francese o c’e anche chi usa quello classico.Grazie mille spero mi rispondiate al piu presto ho una certa urgenza.grazie ancora
    volevo chiedervi un ulteriore chiarimento.nel post di prima intendevo se nel variabile con cap c’e chi usa il poano di ammortamento a quote capitali fisse e chi con quote capitali ricalcolate.se nel caso siano ricalcolate posso calcolare la rata max facendo semplicemente il calcolo del 5.5 sui 950000 e a 30 anni.grazie

  8. admin
    admin

    Isabella: rata iniziale 1.034 euro, massima in caso di quote capitale fisse 1.523 euro. Se fosse un mutuo a quote capitale ricalcolate, la rata massima sarebbe 1.368 ma come abbiamo sempre detto, la differenza sarebbe solo di quota capitale.
    La convenienza sta quindi sempre dalla parte del mutuo a quote capitale fisse, che ha però lo svantaggio di una rata teorica massima più alta. Se è sostenibile, è consigliabile questo ammortamento.

    La rata massima viene calcolata sul capitale residuo, ovviamente, e quindi è maggiore tanto prima viene raggiunto il cap, i valori che indichiamo sono per l’assurdo del raggiungimento del cap alla prima rata.

    La rata max non può essere superata.

  9. Avatar
    Isabella

    Ciao,

    vorrei sottoscrivere un mutuo prima casa con BPM per un importo di 255.000 euro.
    Questa la loro proposta:

    -Tasso variabile BCE (attualmente 1%) + 1.70 di sprad (tasso finito 2.70)
    -Cap 5% (tasso finito)
    -Durata del mutuo 30 anni
    -Frequenza rate mensile

    Il priano d’ammortamento previsto è alla francese ma nei documenti non viene descritto se esso è a quote capitali fisse o ricalcolate.

    Domande:
    – qual’è la rata max in entrambi i casi e qual’è il tipo di PDA più coveniente in uno scenario con possibilità di rialzo dei tassi?
    – la rata max viene calcolata sul capitale iniziale o sul capitale residuo?
    – nel caso in cui la rata max venga ricalcolata sul capitale residuo questo vuol dire che questa è la max nel caso peggiore ovvero se si raggiunge il cap già dalla prima rata?
    – possono esitere dei casi in cui la rata max può essere superata?

    grazie.

  10. admin
    admin

    Francesco, sempre ammesso che si tratti di un mutuo con quote capitale precalcolate, avresti una rata iniziale con euribor 0,80% pari a 512 euro, massima di 812 euro con cap a 5,7%. Pur essendo il cap leggermente superiore al tuo tasso fisso attuale, ipotizzando anche un breve periodo di tassi bassi, la surroga sembra conveniente rispetto al tuo fisso attuale.
    Grazie dei complimenti!!!

  11. Avatar
    Francesco

    Complimenti per quello che fai!!!

    Potresti farmi un rapido calcolo su questa surroga:

    – Importo del mutuo: (capitale residuo) 123.885
    – Durata del mutuo 30 anni
    – Frequenza delle rate mensile
    – Tasso Variabile: 2,90% (Euribor 1M + 2,10%) CAP tasso massimo: 5,70%

    Attualmente con un mutuo al tasso fisso del 5,61% pago €747,12 al mese.
    Di quanto sarebbe la rata massima se da subito arrivassi al CAP 5.5?

    Grazie

  12. admin
    admin

    Roberto: rata iniziale 830 euro con euribor 1 mese a 0,80% e massima 1.355 euro.
    Il mutuo sembra in linea con le proposte di mercato di mutui cap.

  13. Avatar
    Roberto

    scusate..non ci sto proprio!!
    chiedo un mutuo prima casa per 210000 euro..
    la prima verifica di fattibilità è andata bene, devo inviare i documenti
    (BPM è anche una banca on line)
    in fine come vi sembra come prodotto se lo conoscete?

  14. admin
    admin

    Roberto: manca qualche dato!

  15. Avatar
    Roberto

    Buonasera colgo l’occasione per farvi una richiesta..
    Considerando che webank mi ha offerto un variabile con cap al 5.50 indicizzato BCE con spread 1.70 per 30 anni con rata mensile

    Potreste dirmi quale sarà la mia rata max e se sapete se il PDA è a quote fisse o no?

  16. admin
    admin

    Marco: ti confermo la rata massima 393 euro. Ricordati che questo articolo tratta di mutui con ammortamento a quote capitale prefissate, che comporta una rata massima maggiore dell’ammortamento standard (leggi l’articolo per maggiori info). Il tuo lo è? quasi tutti i mutui con cap lo sono.

  17. Avatar
    Marco

    grazie, ma perchè rata massima viene 393???che calcolo hai fatto?
    io ho fatto una prova su un sito e al tasso 5.50 mi viene 343.94….

  18. admin
    admin

    Marco: rata iniziale 260 euro, massima 393 euro

    Maurizio: rata iniziale 515 euro, massima 736 euro

    Entrambi i calcoli sono stati fatti con euribor 1 mese a 0,80% (negli ultimi giorni è comunque sotto a questo valore)

  19. Avatar
    maurizio

    non ci sono i tempi purtroppo….
    comunque loro scaricano le resp sul notaio ma mi hanno comunque scontato le spese di istruttoria e si sono accollati le spese di perizia (in totale 450 euro a parzia lissimo risarcimento).
    Mi calcoli le rate e il massimo tetto che posso raggiungere?
    Riepilogo: spread 1.95 cao 5.55 richiesta 95.000 per 20anni grazie

  20. Avatar
    Marco

    Ecco i miei dati:
    – Importo del mutuo 50.000
    – Durata del mutuo 20 anni
    – Frequenza delle rate mensile
    – Spread 1,5
    – CAP 5.5

    mi potresti fare un calcolo?
    grazie
    cordiali saluti

  21. admin
    admin

    Maurizio: brutta storia, purtroppo frequente. L’unico consiglio che ti posso dare è quello di fare qualche altro preventivo e metterli di nuovo a confronto.

  22. Avatar
    maurizio

    ragazzi so che vado un pò fuori tema circa un mese fa avevo postato le indicazioni di un mio probabile mutuo dell’intesa con cap spread 1.75 cap 5.15 senza tirarvela per le lunghe il rogito era fissato per il 24 dicembre a queste condizioni (anche se purtroppo non avevo firmato nulla) la banca adducendo ritardi e problemi mi ha rinviato il mutuo l’11 gennaio ora scopro la sorpresa che le condizioni sono mutate con il nuovo mese spread 1.95 cap 5.55 mi hanno fottuto……cosa posso fare??? aiutatemi

  23. admin
    admin

    Elena: difficile dare un giudizio su questo, comunque la differenza tra l’uno e l’altro alla fine non sarà molta.

  24. Avatar
    Elena

    Salve,
    grazie mille della vostra risposta che purtroppo leggo solo oggi.

    Confermo che la terza ipotesi, tasso fisso a 25 anni, prevede uno spread del 1.2, è l’offerta di webank.

    Solo che attualmente l’irs sta risalendo, quindi se riuscissi a stipulare in gennaio chiuderei con un taeg del 4.9 circa…

    Tra un fisso a 4.9 e un variabile con cap al 5.5 cosa mi consigliate?

    Grazie mille!
    Elena

  25. admin
    admin

    Paola: considerato che il CAP è inferiore al suo tasso attuale, vale socuraente la pena di fare la surroga. Con i tassi attuali partirebbe dal tasso FLOOR, in 15 anni verrebbe rata iniziale 870 euro e massima 1.163.
    Non me la sento di valutare la convenienza rispetto al fisso a 4,30, dipende dall’andamento dei tassi che è assolutamente non prevedibile a lungo termine.
    Versare quote capitale parziali… potremmo scrivere pagine e pagine sulla convenienza o meno di questa operazione. In due parole, dobbiamo sempre considerare che il mutuo è il prestito al tasso più conveniente che possiamo stipulare, per cui è assurdo versare quote capitale per poi, ad esempio, chiedere il prestito per una auto o un televisore. Quindi, è bene mettere in estinzioni parziali solo i soldi davvero in più e che vogliamo in un certo senso investire in modo sicuro.

  26. Avatar
    Paola

    Buonasera, attualmente ho un mutuo a tasso fisso 5,50% stipulato 3 anni fa con la UBI per €162.000 a 30 anni, rata mensile di €958,60.
    Versando annualmente delle quote di capitale, ho ridotto il mutuo a 204 rate =17 anni (la banca m permette di mantenere la rata e ridurre la durata) con una quota capitale residuo di €130.425,56.
    La Carisbo mi ha proposto una surroga per il capitale residuo con il prodotto DOMUS BLOCK a 15 anni proponendomi uno spred di 1,60% se sottoscrivo una poliza vita o di 1,80% senza poliza, euribor a 1 mese, floor 2,5% e CAP massimo 5,20%. Le chiedo se, a suo parere, vale la pena fare la surroga e quale sarebbero la rata iniziale e la massima. Il consulente mi dice che per arrivare al tasso massimo sono necessari per lo meno 3/4 anni, secondo Lei è un’ipotesi sensata?
    La Carisbo non mi darebbe la possibilità di ridurre la durata del mutuo nel caso versassi quote di capitale ma si ridurrebbe solo la rata. Secondo Lei, nel caso decidessi per la surroga, varrebbe la pena di versare liquidità sul mutuo?
    Per una eventuale surroga con tasso fisso mi propongono un tasso 4,30% secondo Lei è più o meno conveniente rispetto al DOMUS BLOCK?
    Mi scusi per la marea di domande, ma non ho affatto le idee chiare…
    La ringrazio in anticipo per la sua gentile consulenza.

    Saluti
    Paola

  27. admin
    admin

    Christian, grazie innanzitutto della tua analisi. Che il tasso di ingresso faccia variare il piano di ammortamento è evidente, ed è per questo che nei nostri preventivi lo specifichiamo sempre. E’ anche vero che qui si da una idea di massima, per cui gli scostamenti tra il tasso “odierno” e quello del preventivo fatto in banca, si suppone che siano minimi.
    E’ esatto che un tasso di ingresso più basso comporti una rata massima maggiore, non condivido invece la tua osservazione sullo spread… se fosse vera, tutti faremmo dei mutui a tasso variabile puro con spread basso. Tutelarsi con un CAP o con un mutuo a tasso fisso da un aumento eccessivo dei tassi, è secondo me una cosa molto intelligente… certo che se poi i tassi rimangono bassi per tutta la durata del mutuo, la scelta vincente sarebbe stata un variabile con spread basso, ma non abbiamo la sfera di cristallo!!!!
    Piano di ammortamento alla francese: “sola” o meno, sta di fatto che è applicato in tutti i mutui e quindi bisogna farcelo piacere… al massimo possiamo scegliere le varianti tipo quote capitale fisse, variabili oppure a durata variabile….

  28. Avatar
    Christian

    Buongiorno, mi permetto di dare il mio piccolo contributo dopo una settimana di passione passata a fare calcoli: per la determinazione della rata massima (e di conseguenza del capitale residuo mensile sul quale calcolare gli interessi) nel caso di mutui con CAP attenzione al TASSO di INGRESSO, che genera il flusso di quote capitali, che poi rimangono fisse per tutta la durata del finanziamento. Credo che le rate massime calcolate da admin si basino su un tasso di ingresso che deriva dalla somma di SPREAD+EURIBOR ODIERNO (cioè 0.81), mentre il TdI potrebbe essere diverso, attenzione quindi a quanto riportato sul CONTRATTO. Per esempio, nel mio caso, admin calcola una rata massima di 904 €, mentre, con un TdI pari, come da contratto Domus Block a 25 anni, a 2.5 (e non 2.81), la rata massima è sensibilmente più alta, cioè 917.23 €. Per quanto ne ho capito io un TdI più basso è più conveniente nel lungo periodo, in quanto consente di abbassare il capitale residuo più velocemente, ma genera una rata massima più alta rispetto a un TdI più alto. Alla fine della fiera credo che convenga sempre orientarsi su un prodotto che garantisca uno spread più basso possibile, al di là che sia fisso, variabile puro o variabile con CAP, fermo restando che il PIANO DI AMMORTAMENTO FRANCESE, applicato da tutte le banche, senza usare mezzi termini è una vera SOLA.

    Chiedo lumi a admin sulla correttezza di quanto scritto e lo ringrazio sentitamente per l’aiuto.

  29. admin
    admin

    Elena:
    caso1: rata iniziale 929 euro, massima 1.360 circa
    caso2: rata iniziale 888 euro, massima 1.400 circa
    caso 3: sicuramente c’è un errore, non può essere un mutuo a tasso fisso con spread così basso!!

    Tra il primo ed il secondo, io sceglierei il secondo, dando più importanza allo spread basso.

  30. Avatar
    Elena

    salve,
    indecisione max.
    proposta 1: domus block intesa sanpaolo, cap 5.4, spread 2%, mutuo 200.000 per 25 anni. (variabile a quote capitali prefissate)
    vorrei capire a quanto ammonta la rata massima.

    proposta 2: variabile con cap webank, cap 5,5 – spread 1,6. anche in questo caso vorrei capire la rata max nel caso di mutuo a 25 anni, e cercare di capire la convenienza della proposta 1 o 2.

    proposta 3: mutuo casso fisso con webank, sempre 200.000 euro a 25 anni, spread 1.2. su questa ipotesi sono indecisa perchè dovrei stipulare a inizi febbraio e l’irs sta paurosamente risalendo…

    mi date un consiglio….vi ringrazio tantissimo!
    Elena

  31. admin
    admin

    Christian: rata iniziale 618 euro, massima 904 euro

  32. Avatar
    Christian

    Salve, sto per sottoscrivere una surroga da mutuo fisso (6.05, 30 anni) a variabile con CAP e ammortamento predeterminato per le quote capitale.
    Ho qualche difficoltà per il calcolo della rata massima, può aiutarmi?

    Capitale residuo 132877.02
    Spread 2 + Euribor 1 mese
    CAP 5.40
    Durata 25 anni

    Grazie

  33. admin
    admin

    Salve luciano,
    entrambe le soluzioni portano ad un risparmio certo, in quanto anche nella peggiore delle ipotesi del mutuo protezione, avresti un tasso del 6,30%.
    C’è da dire che abbiamo visto surroghe con mutui CAP ben più convenienti della tua (basta leggere i casi in questa pagina), con spread al massimo al 2% e Cap del 5,5% che sarebbe solo di poco superiore al tasso fisso del caso 1 scontato. Il consiglio è quindi quello di cercare di ottenere condizioni migliori per il mutuo protezione, oppure cercare un altro tipo di mutuo con CAP.

  34. Avatar
    LUCIANO

    Salve a tutti vorrei un vostro consiglio. Ho chiesto alla mia agenzia del Monte dei Paschi di rinegoziare il mio mutuo 1 casa iniziato a marzo 2002 per 20 anni a tasso fisso del 6,36799 % per cercare di abbattere la rata mensile di E. 842,41. Il MPS. mi ha proposto due soluzioni:
    1 – abbattimento del 1 % sullo spread del fisso attuale ;
    2 – trasformare il mutuo attuale da fisso in mutuo protezione ovvero variabile con CAP avente le seguenti caratteristiche:
    tasso interesse nominale annuo composto da parametro euribor 3 mes base 360 che non potrà superare mai la soglia del 4 % e uno spread fisso di circa 2,30% . Ad ulteriore informazione il capitale residuo del mutuo alla data attuale è di E. 81.334,95.
    Grazie per ogni tipo di consiglio che mi vorrete dare.

  35. admin
    admin

    Francesco, la tua rata iniziale sarebbe di 560 euro, la massima di 740 euro.
    Estinzioni parziali fanno accorciare la durata e le rate si abbassano ma solo per la quota interessi, in virtù del minore capitale residuo.

  36. Avatar
    francesco

    salve.
    Surrogato con INTESA in domus block con cap al 5,2 %,spread 1,8%,capitale residuo 83407 € durata mutuo 15 anni.
    Vorrei sapere a quanto dovrebbe ammontare la mia rata max,tenendo conto che il domus block ha capitale prefissato?
    Nel caso in cui io dovessi versare del capitale ad estinzione parziale(ad esempio € 25000),cambierebbe la rata o la durata del mutuo?
    grazie.

  37. admin
    admin

    Maurizio: come parametri è una proposta in linea con le migliori del momento, quidi se ti piace il mutuo CAP (a noi piace), procedi pure.

  38. Avatar
    maurizio

    GRAZIE, quindi tu mi consigli di stipulare il mutuo a queste condizioni???

  39. admin
    admin

    Maurizio: le quote capitale sono sempre in aumento, questo praticamente in ogni piano di ammortamento: questo è l’ammortamento “alla francese”. Nel caso del tuo mutuo, e di molti altri con CAP, queste quote non vengono ricalcolate con il variare dei tassi, e allora si dice che il mutuo è anche “a quote capitale fisse”.
    Nel tuo caso, secondo i nostri calcoli, con euribor 1 mese di oggi pari a 0,80% hai una rata iniziale di 506 euro ed una massima teorica di oltre 700 euro, quindi molto probabilmente alla tua banca non hanno calcolato il fatto che le quote capitale si mantengono fisse.
    Io però non mi spaventerei: se ad esempio tu raggiungessi il cap dopo 5 anni (ipotesi meno estrema), la rata sarebbe di 678 euro, e sempre minore man mano che si va in la con gli anni.

  40. Avatar
    maurizio

    buona sera sto per confermare un mutuo con banca intesa “domus block”
    richiesta mutuo 95000 in 20anni spred 1,75 cap 5,15.
    Sono spaventato da queste notizie sul capitale predeterminato, nel piano di ammortamento che mi hanno dato la quota capitale non è fissa ma aumenta con il diminuire della quota d’interessi. In banca mi hanno confermato che la rata parte da 510 e può arrivare ad un mass di 634 posso stare tranquillo che questo massimale non si modifichi???

  41. admin
    admin

    Giorgia: il tuo mutuo con CAP ha una rata iniziale di 418 euro e massima teorica di 612 euro.

    Il primo avrebbe invece una rata costante di circa 490 euro, ma se fosse in pari anni, 25 come quello con CAP, avrebbe una rata quasi uguale a quella iniziale del mutuo con CAP.

    La convenienza sta dunque tutta dalla parte del secondo mutuo, quello con CAP, in quanto con un tasso finale quasi uguale, ti tutela da un eventuale balzo dei tassi oltre il 5,4%… con l’unico problema della sostenibilità della rata massima. Se vuoi la certezza di una rata costante, prova a valutare anche altri prodotti, a tasso fisso o misto.

  42. Avatar
    Giorgia

    Salve,
    ho urgente bisogno di un vostro consiglio.
    Mia mamma deve fare un mutuo di 90.000 euro,
    le condizioni delle banche che abbiamo preso in considerazione sono:

    BAPR
    tasso variabile a rata costante
    durata:20anni con una possibile estenzione di 5 anni
    euribor trimestrale + spread 1,75

    BANCA INTESA
    domus block, ovvero mutuo con cap intera durata (purtroppo non mi sono informata se la quota capitale è fissa o meno)
    durata: 25 anni
    euribor mensile + spread 2,00 cap 5,4

    quale potrebbe essere la rata massima in questo secondo caso?
    Siamo fortemente indecisi in quanto il primo ci assicura una rata sopportabile (mia mamma tra pochissimi anni andrà in pensione)
    mentre il secondo sembra più conveniente perchè a paragone si dovrebbero pagare meno interessi… ho fatto una simulazione (vi prego, ditemi se può essere attendibile o meno) considerando un andamento medio dei tassi e nel primo caso, oltre i cinque anni, mi è risultata una maxi rata di 18.000 mila euro!!!:o
    Qual’è quello più coveniente?

  43. admin
    admin

    Daniel, con i tuoi dati, e inserendo un tasso del 1,04% (euribor trimestrale di oggi), hai una rata iniziale di 1.823 euro e massima di circa 2.800 euro.
    In caso di raggiungimento del cap dopo 3 anni, la rata sarebbe in realtà poco inferiore al massimo teorico, solo di poche decine di euro.

  44. Avatar
    Daniel

    Scusatemi ho scritto di fretta e non ho controllato. L’importo del mutuo è di 400.000 Euro e la durata è di 25 anni.
    Grazie

  45. admin
    admin

    Daniel, ci manca qualche dato… importo e durata!!

  46. Avatar
    Daniel

    Buongiorno,
    sono stato da Ubi Banca per un mutuo a tasso variabile con CAP a 5,50% (media Euribor 3m + 1,60 di spread) e mi pare di aver capito che il PDA sia a quote capitale fisse e vorrei capire quale rata massima dovrei andare a pagare in ipotesi in cui raggiungessi il CAP di 5,50% a partire dal terzo anno di vita del mutuo.
    Grazie

  47. admin
    admin

    Pierluigi, è sicuro che il piano di ammortamento sia diverso? Ci risulta che MPS Cap, uno dei primi prodotti del settore, sia sempre stato proposto con il piano di ammortamentio a quote capitali fisse (Si tratta comunque di un piano “alla Francese”). A meno che il suo sia uno dei primi stipulati ed abbia ancora il piano alla francese normale… le conviene verificare bene sul contratto!
    Detto questo, comunque, in effetti, la convenienza a surrogare c’è… dato che sia spread che cap sono più bassi!!

  48. Avatar
    Pierluigi

    Grazie infinitamente per le informazioni, avendo intenzione di surrogare nei prossimi giorni volevo sciogliere gli ultimi dubbi.

    Attualmente ho un mutuo MPS variabile con cap con i seguenti parametri:
    Capitale iniziale: 105000
    Durata residua 18 anni (20 originari), rate mensili
    Spread 1,9 + Cap 5,5
    Piano di ammortamento alla francese

    Sono stato attratto dai tassi e dal cap inferiori di Intesa, ma sono un pò confuso riguardo al diverso piano di ammortamento.
    Secondo voi, anche se le rate iniziali sono più alte, è comunque conveniente surrogare al Domus Block di Intesa (15 o 20 anni) oppure è preferibile che mantenga il mio attuale mutuo ?

    Grazie mille, saluti,
    Pierluigi

  49. admin
    admin

    Pierluigi: rata iniziale 661,00 euro, rata massima 860,00 euro

    I vantaggi e gli svantaggi li abbiamo ampiamente discussi nell’articolo!!

  50. Avatar
    Pierluigi

    Salve,
    sono stato in filiale Intesa SanPaolo per avere informazioni sulla surroga vero un mutuo Domus Block e mi sono state proposte le seguenti condizioni:
    Capitale residuo 99600
    Durata 15 anni, rate mensili
    Spread 1,6 + Cap 5,0

    Potete gentilmente indicarmi gli importi delle rate iniziale e massima?
    Quali sono secondo voi i vantaggi e gli svantaggi di questo piano di ammortamento rispetto al classico alla francese ?

    Grazie, saluti,
    Pierluigi